Formula 1, la conferenza stampa dei piloti alla vigilia del GP di Stiria. Ferrari preoccupata: “Non abbiamo capito i problemi avuti in Francia”.

SPIELBERG (AUSTRIA) – Conferenza stampa di vigilia del GP di Stiria per i piloti di Formula 1. In casa Ferrari c’è preoccupazione dopo i problemi avuti in Francia. “Ci siamo focalizzati sul perché del risultato a Le Castellet – ha detto Leclerc ma non siamo riusciti ad arrivare a risposte definitive. Per questo motivo potremmo avere ancora delle difficoltà“.

Gli fa eco anche Sainz: “I problemi all’anteriore ci hanno penalizzato. In questi giorni abbiamo analizzato i dati e puntiamo a risolvere le difficoltà. In gara siamo deboli e un’ottima qualifica non ci consente di affrontare con maggiore tranquillità il giorno successivo“.

Verstappen: “La motivazione è altissima”

Chi non vuole fermarsi è sicuramente Max Verstappen. “Noi lavoriamo per dare il massimo come squadra – ha detto l’olandese riportato da SportMediasete vogliamo ripetere il risultato francese. Ali? Abbiamo chiesto alla Fia dei controlli. Sono particolari che hanno degli effetti importanti sulle vetture“.

Hamilton ha voglia di riscatto. “Sappiamo quanto siamo forti e per alcuni aspetti questo circuito è molto simile a Le Castellet – ha detto il britannico – sono ovviamente felice di riavere i tifosi sugli spalti anche a Silvestone, ma francamente mi sembra essere troppo presto per i numeri che si dicono“.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton

Bottas: “Mano a Lewis? E’ ancora troppo presto”

Per Valtteri Bottas non è arrivato ancora il momento di aiutare Hamilton. “E’ ancora troppo presto – ha detto il finlandese – non ne abbiamo parlato visto che ci sono 16 gare. Io sono abituato a situazioni come quella del contratto. Il posto si guadagna facendo il risultato e il team sa quanto io sia stato prezioso in questi anni. Non sono comunque argomenti da affrontare in questo momento, vedremo cosa succederà in futuro“.


MotoGP, la conferenza stampa dei piloti del GP d’Olanda. Assente Morbidelli, al suo posto Gerloff

IATF 16949: cos’è, cosa dice la normativa e tutto quello che c’è da sapere