Milan, si apre il caso Bakayoko dopo la lite furibonda con Gattuso

Il centrocampista rossonero si difende sui social e attacca Gattuso, reo – a duo dire – di averlo apostrofato con parole poco piacevoli. Ecco lo sfogo del francese.

Milan-Bologna verrà ricordata soprattutto per il duro faccia a faccia in panchina tra Gattuso e Bakayoko, il quale avrebbe ritardato le operazioni di ingresso in campo mandando su tutte le furie l’allenatore. Il centrocampista francese, però, ha dato la sua versione dei fatti in un post pubblicato su Twitter. Ecco le sue parole.

“Da alcune settimane si parla di me sulla stampa, ma ho deciso di non dire nulla e di continuare a lavorare. Tuttavia, ciò che è accaduto stasera (ieri, ovviamente) è le interpretazioni che vengono date mi obbligano a reagire immediatamente, perché non accetto che mi si faccia passare per un giocatore che si rifiuta di entrare in campo quando il suo allenatore glielo chiede e che non ha rispetto per il suo club e i suoi compagni di squadra”.

“Pur iniziando dalla panchina – ha aggiunto il francese – ero pronto a dare il 200%, anche se avessi dovuto giocare solo cinque minuti stasera. Quando Lucas (Biglia) ha iniziato ad avere dolore in campo, mi è stato detto di andare a scaldarmi qualora si fosse resa necessaria la sostituzione. Mi sono preparato immediatamente e sono andato a scaldarmi per due-tre minuti. Successivamente sono stato richiamato in panchina: questo è avvenuto tra il 23esimo e il 26esimo del primo tempo. Quando sono tornato a sedermi in panchina, l’allenatore si è rivolto a me con dei termini che non mi aspettavo, io non ho fatto altro che ripetere le sue parole. Niente di più”.

Milan-Bologna Torino-Milan Parma-Milan Gennaro Gattuso Milan-Udinese Juventus-Milan Milan-Bologna

Milan, Bakayoko spiega: “Mai rifiutato di entrare”

Insomma, Bakayoko non ci sta e prova difendersi: “Che le cose siano chiare: non mi sono mai rifiutato di entrare o di andarmi a scaldare. Le immagini parlano chiaramente. Il mio unico obiettivo era quello di poter aiutare i miei compagni e la squadra, come ho sempre fatto finora e come farò fino alla fine della stagione. Forza Milan”.

Tuttavia, nonostante la presa di posizione del giocatore e le parole di Gattuso e Leonardo, che al termine del match hanno provato un po’ a smorzare la questione, l’esperienza in rossonero dell’ex Monaco può già considerarsi chiusa.

ultimo aggiornamento: 07-05-2019

X