Le Grandi Navi attraccheranno a Marghera e non più a Venezia. L’accordo è stato trovato all’interno della maggioranza.

VENEZIA – Le Grandi Navi nei prossimi mesi attraccheranno a Marghera e non più a Venezia. Su questo tema il Governo Draghi ha deciso di porsi sulla linea della continuità con quanto deciso dal precedente esecutivo, anche se ancora le banchine non sono pronte.

Si tratta di una decisione, come precisato dallo stesso esecutivo, temporanea. Nei prossimi mesi dovrà essere trovata una soluzione e l’ipotesi più probabile sembra essere quella di un nuovo porto fuori dalla Laguna. Il progetto dovrebbe nascere nelle prossime settimane e l’esecutivo si prepara a dare vita ad un concorso di idee.

La linea della continuità

Linea della continuità decisa dal Governo con quanto disposto dal precedente esecutivo. In una videoconferenza i ministri Franceschini, Cingolani, Giovannini e Garavagia hanno confermato che nessuna nave attraccherà a Venezia nei prossimi mesi.

Le Grandi Navi, appena sarà possibile ripartire a pieno ritmo con le crociere, arriveranno a Marghera per salvaguardare le bellezze di Venezia. Una lunga lotta iniziata dai cittadini negli scorsi anni e che si è conclusa con una vittoria. Si tratta di un cambio di passo importante per tutta la città lagunare. Piazza San Marco, quindi, saluta le navi per il momento.

Venezia
Venezia

Il nuovo porto

Venezia, comunque, dovrebbe accogliere nei prossimi anni le Grandi Navi, ma a condizioni decisamente differenti. Non si può rinunciare infatti a cuor leggero a una fetta di turismo. Nei piani del nuovo Governo c’è anche la creazione di un nuovo porto fuori dalla Laguna. In questo modo Venezia resterebbe nella rete di navigazione ma la città non correrebbe rischi.

Nei prossimi mesi saranno presentate le prime idee e solamente dopo si stabilirà il nuovo progetto. Una struttura destina a rilanciare l’economia di una città messa in ginocchio dalla pandemia. La ripresa si spera che possa iniziare già da questa estate, ma sicuramente ci vorrà del tempo per ritornare ai tempi pre-Covid.


Formula 1, Leclerc: “Siamo pronti”. Sainz: “Penso di aver fatto un ottimo lavoro”

Cadavere di un uomo trovato incastrato in un tombino, indagini in corso