Formula 1, la conferenza stampa dei piloti in vista del GP del Bahrain. Le dichiarazioni dei protagonisti.

SAKHIR (BAHRAIN) – Formula 1, la conferenza stampa dei piloti in vista del GP del Bahrain. Soddisfatto del lavoro Charles Leclerc: “Siamo pronti – ha ammesso il monegasco – abbiamo fatto tutto ciò che dovevamo nei test ed ora l’ultima parola spetterà alla pista […]. E’ una Ferrari molto più semplice da guidare. Una volta spinto al massimo, capiremo quanto siamo cresciuti“.

Sainz pronto all’esordio con la Ferrari: “Penso di aver fatto un buon lavoro. Avrei preferito fare più chilometri, ma sono pronto per questa nuova avventura […]. Sono in una squadra speciale e voglio godermela. E’ un’esperienza che ho sognato da quando avevo dieci anni“.

Le dichiarazioni di Hamilton e Bottas

Conferenza stampa anche per Lewis Hamilton. “Con soli tre giorni di test – ha detto il britannico – siamo nelle migliori condizioni […]. Vengo qui con ottimismo anche se ancora dobbiamo migliorare […]“.

Una stagione decisiva per Valtteri Bottas: “Nei test abbiamo faticato un bel po’ per le condizioni estreme […]. La squadra ha lavorato tanto per capire i problemi e speriamo di aver recuperato. Lo capiremo solamente nel weekend, la stagione è molto lunga e sicuramente non possiamo essere preoccupati […]. La Red Bull è sembrata forte, ma credo che la battaglia sarà più serrata rispetto agli anni precedenti“.

Spielberg (Austria) 05/07/2020 – gara F1 / foto Imago/Image Sport nella foto: Valtteri Bottas

Le dichiarazioni di Verstappen e Perez

Per Max Verstappen una prima gara da grande favorito. “I test sono andati bene – ha ammesso l’olandese, riportato da Sky Sport in passato ci sono stati dei momenti fastidiosi che mi hanno fatto arrabbiare. Ora devo concentrarmi sul mio lavoro. Perez? Lo conosco da anni e le indicazioni che stiamo dando vanno nella direzione giusta […]“.

Anche Perez molto contento di scendere in pista: “Sembra la macchina più competitiva della mia carriera e tocca a me sfruttarla al massimo. Verstappen? E’ un pilota veloce e per me sarà un punto di riferimento […]“.


Grosjean, “La mano sinistra non è ancora guarita”. Possibile una nuova operazione

Le Grandi Navi ‘salutano’ Venezia: attracco a Marghera