Milan, che ruolino di marcia! E la difesa è sempre più un bunker…

La vittoria di ieri sul campo del Ludogorets ha confermato tutti i progressi del Milan sotto la gestione di Gattuso. Nelle ultime nove gare ufficiali ben cinque clean sheet.

Da quel 27 dicembre sembra passato un secolo. Invece, in circa un mese e mezzo il Milan si è trasformato grazie al duro e intenso lavoro intrapreso da Gennaro Gattuso dopo l’esonero di Montella. Il derby di Coppa Italia vinto ai supplementari ha dato il via alla rinascita rossonera e così il Diavolo potrebbe ancora togliersi delle soddisfazioni nell’annata che doveva essere del rilancio e che sotto Natale sembrava ormai da buttare.

Il ruolino di marcia

Dall’Inter al Ludogorets, il Milan è sceso in campo nove volte tra campionato, Europa League e Coppa Italia. Lo score parla di sei vittorie e tre pareggi. Quindi, innanzitutto, c’è da sottolineare la serie utile senza sconfitte. I pareggi sono avvenuti due volte in trasferta in campionato (a Firenze e a Udine) e in Coppa Italia (0-0 interno contro la Lazio). Inoltre, piano piano sembra che l’attacco sia in crescita: tra Spal e Ludogorets – certo non avversarie irresistibili – i rossoneri hanno segnato ben 7 gol, con Cutrone vero trascinatore.

Difesa quasi impenetrabile

Se l’attacco migliora, la difesa è sempre più una certezza. Gattuso ha scelto di dare continuità alla difesa a quattro e alla coppia Bonucci-Romagnoli. Nelle ultime nove gare in esame, così, il Milan ha incassato appena 4 reti chiudendo ben cinque gare con la porta inviolata. Inoltre, tra i gol subiti, la metà sono da attribuire a una topica di Donnarumma (Barella in Cagliari-Milan, ndr) e a uno sfortunato autogol in quel di Udine.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 16-02-2018

Fabio Acri

X