I nuovi indirizzi .new per creare rapidamente online

I nuovi indirizzi .new per creare rapidamente online

Google ha annunciato la possibilità di sottoscrivere nuovi indirizzi .new che ci permetteranno di creare documenti, immagini e flussi di lavoro dal browser.

Gli indirizzi .new sono una interessante trovata di Google. In pratica ci permettono di creare direttamente documenti, fogli di calcolo e presentazioni semplicemente digitando un indirizzo nel browser.

Per la verità non sono una novità assoluta: quelli relativi ai file che si possono creare in Google Drive, per esempio, funzionano già da qualche tempo. La novità è che Google ha deciso di renderli disponibili anche per le terze parti, con una sola condizione: devono essere usati per la creazione di attività, azioni, App.

Per dirla con i termini esatti del comunicato ufficiale, “tutti i domini .new dovranno essere usati per generare azioni o flussi di creazione online“. In altre parole, secondo il progetto di Google, digitando un qualsiasi indirizzo di questo tipo dobbiamo avere la possibilità di iniziare a fare qualcosa.

Quando saranno disponibili i domini .new?

Google ha già preparato anche un sito informativo che contiene tutti i dettagli, i domini inizieranno a essere disponibili a partire dal 2 dicembre 2019, per chi ha intenzione di implementare un servizio entro 100 giorni. Dal 21 luglio 2020 saranno disponibili per tutti.

Alcuni partner selezionati hanno già avuto modo di registrare i propri domini .new, per cui possiamo iniziare a collaudarli subito. Ecco un elenco dei primi indirizzi disponibili, compresi quelli nuovi relativi ai prodotti Google. Per un elenco completo di quelli dedicati a Google Docs, possiamo fare riferimento a questa guida.

Le nuove scorciatoie .new dei prodotti Google

Nota su Google Keep: keep.new
Evento su Google Calendar: cal.new oppure meeting.new

Le nuove scorciatoie .new dei primi partner del progetto

Spotify: playlist.new oppure podcast.new
eBay: sell.new or shop.new
Canva: canva.new oppure design.new
Bitly: link.new oppure bitly.new
Cisco: webex.new oppure letsmeet.new
Medium: story.new
GitHub: repo.new
OpenTable: reservation.new oppure restaurant.new

L’elenco ne contiene anche alcuni altri, per esempio OVO Music, music.new, Coda, coda.new e api.new per la creazione di nuove API in node.js

Insomma, l’idea alla base di questi nuovi indirizzi è quella di permettere alle persone di effettuare azioni più rapidamente, riducendo praticamente a zero il tempo necessario per i preparativi. Un’idea senza dubbio interessante, che potrebbe cambiare radicalmente il modo di lavorare di molte persone.

Fonte foto copertina: unsplash.com/photos/7okkFhxrxNw

ultimo aggiornamento: 10-11-2019

X