Elezioni Israele, Netanyahu riconfermato: 65 seggi su 120

Elezioni in Israele, Netanyahu batte Gantz

Benjamin Netanyahu vince le elezioni legislative. Il premier israeliano ha conquistato la maggioranza assoluta alla Knesset.

GERUSALEMME – Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, è a un passo dalla vittoria alle elezioni politiche. Il leader del Likud, in carica dal 2009, avrebbe infatti ottenuto 65 seggi sui 120 totali della Knesset.

Testa a testa

Le elezioni che si sono svolte ieri in Israele si prospettavano sul filo del rasoio: tutti i sondaggi davano un testa a testa tra Netanyahu e Benny Gantz, numeno uno del partito centrista “Blu-Bianco”.

In effetti, i due partiti hanno ottenuto 35 seggi a testa in Parlamento: così, a fare la differenza a favore del premier uscente è stata la coalizione. Netanyahu può infatti contare sugli 8 seggi ciascuno dei partiti religiosi Shas e Torah Unita, sui 5 di Ysrael Beiteinu, sui 5 dell’Unione della Destra e sui 4 del partito centrista, ma vicino al Likud, Kulano.


https://www.youtube.com/watch?v=E5rFPQ1mvUY

Riconferma e record per Bibi

Grazie a questo successo, Netanyahu ottiene il quinto mandato consecutivo, diventando il primo ministro israeliano più longevo di sempre: battuto Ben Gurion, uno dei padri di Israele, in carica quasi ininterrottamente dal 1948 al 1963.
Vittoria immensa“, queste le prime parole del 69enne di Tel Aviv.

L’incertezza della vigilia

Alle elezioni erano chiamati 6,3 milioni di aventi diritto, di cui il 16% arabi. L’esito al quanto incerto era legato ai problemi di Netanyahu sul fronte giustizia – con l’accusa di corruzione – e alla recrudescenza del conflitto con i palestinesi.

Il fatto che il risultato fosse assolutamente incerto è confermato dal fatto che anche gli exit poll avevano dato risultati addirittura contrastanti ed entrambi i contendenti avevano rivendicato la vittoria.

ultimo aggiornamento: 10-04-2019

X