E’ il giorno della presentazione di Maurizio Sarri come allenatore della Juventus. Paratici: “Abbiamo avuto sempre le idee chiare”.

TORINO – E’ partita alle 11 di giovedì 20 giugno 2019 l’avventura di Maurizio Sarri sulla panchina della Juventus. Il tecnico toscano è stato presentato in conferenza stampa con Fabio Paratici che ha spiegato i motivi di questa scelta: “Le idee erano chiare sin dall’inizio ma abbiamo dovuto aspettare i tempi tecnici. Siamo contenti che sia qui con noi“.

Maurizio Sarri
fonte foto https://www.facebook.com/Juventusfcita/

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Juventus, Maurizio Sarri in conferenza stampa

In conferenza stampa Maurizio Sarri ritorna sulla sua esperienza al Napoli: “Ho dato tutto sin da quando sono arrivato perché sono nato lì e tifo quella squadra. Poi negli ultimi mesi ho avuto qualche dubbio che me lo sono tolto dopo la presentazione di Ancelotti. A quel punto ho deciso di andare all’estero per un’esperienza diversa. Ora era arrivato il momento di ritornare in Italia e ringrazio la Juve per questa opportunità. Sono rimasto sorpreso dalla determinazione della società nel prendere un allenatore“.

Sul calcio in Italia – “Il nostro percorso è molto lungo perché in Inghilterra c’è un clima completamente diverso. Sono molto contento di essere rientrato in Italia per confrontarmi con allenatori che mi piacciono molto“.

Sulla Champions – “In Italia la Juventus deve mettersi alle spalle il fardello di essere la favorita. In ottica internazionale i bianconeri hanno l’obbligo di partire con l’obiettivo di vincere senza dimenticare che ci sono tante altre squadre che puntano al trofeo“.

Sul modulo – “Dobbiamo individuare quei due o tre giocatori che possono fare la differenza e metterli in grado di poterla fare. Negli ultimi anni ho usato il 4-3-3 ma in precedenza ho giocato con il trequartista vedremo“.

Sulla Juventus – “Il mio è stato un percorso lungo. L’approdo alla Juventus lo ritengo come un passo in avanti. Negli ultimi anni ho allenati giocatori forti ma con Cristiano Ronaldo si fa un ulteriore step. Mi piacerebbe fargli battere altri record“.

Sulla tuta – “Preferirei restare in tuta, ma spero non mi mandino in campo nudo”.

Juventus, Maurizio Sarri in conferenza stampa: “Al Napoli il mio primo pensiero era battere i bianconeri”

Maurizio Sarri ritorna anche sui tempi del Napoli: “Il mio unico pensiero era battere la Juventus perché eravamo l’alternativa più credibile. Tutto quello che ho fatto anche con mezzi e modi sbagliati, ma credo che sia intellettualmente apprezzabile. Perché se io ho un avversario lo devo odiare ma alla fine apprezzare“.

Su Dybala e CR7: “Quando un giocatore ha qualità come loro due possono giocare ovunque. Quello che può cambiare è l’interpretazione del ruolo perché ognuno ha delle sue caratteristiche“.

Di seguito il video con la conferenza stampa di Maurizio Sarri

https://www.facebook.com/Repubblica/videos/635591120250411/

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news Juventus

ultimo aggiornamento: 20-06-2019


Milan, pazza idea Schick

Milan, Torreira in cima alla lista di Giampaolo: costa 35 milioni