Luigi Di Maio, ora ex ministro degli Esteri, si è dimesso lasciando al nuovo Governo la presenza del nascente ministro Tajani.

Un nuovo Governo sta approdando in Italia, per la prima volta con una premier donna: Giorgia Meloni. Al suo fianco, i nuovi ministri formano la squadra che affronterà insieme i punti critici del Paese. Tra questi, Antonio Tajani prende il posto dell’ex ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che come anticipato ufficializza le sue dimissioni, lasciando la segreteria di Impegno Civico.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le dimissioni

Una nuova storia sta iniziando per il Paese con la formazione della nuova legislatura. Dopo aver ricevuto l’incarico da Sergio Mattarella di formare il Governo, Giorgia Meloni ha presentato al Capo dello Stato la lista dei ministri.

Luigi Di Maio invece lascia la segreteria di Impegno Civico, dopo il suo debutto nell’agosto scorso da una ‘partnership’ con Bruno Tabacci, l’unico entrato poi in Parlamento. Ieri, dopo aver ceduto il suo posto al neo ministro degli Esteri Antonio Tajani, Di Maio ha ufficializzato e comunicato al direttivo del partito le sue dimissioni.

Tra coloro che avevano seguito l’ex ministro nel suo percorso politico c’è Sergio Battelli, ex deputato M5S. Sui social commenta il suo “farsi indietro”, postando una foto che li ritrae insieme a Montecitorio e scrivendo: “È stato un onore amico mio. L’amicizia e i rapporti umani non cambieranno mai come non cambierà mai la cattiveria e l’invidia della gente. Ad maiora semper”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Speciale Governo

ultimo aggiornamento: 23-10-2022


Governo Meloni: i dossier del nuovo esecutivo

Berlusconi vs Meloni: Forza Italia rischia grosso