Mafia, un carabiniere e un ufficiale della Dia sono finiti in manette per aver svelato l’indagine sul boss Matteo Messina Denaro.

PALERMO – Blitz dei carabinieri nella mattinata di martedì 16 aprile 2019. I militari hanno eseguito l’ordine di cattura nei confronti di un carabinieri ed un ufficiale della Dia. I due sono accusati di aver svelato delle notizie riservate ad un mafioso trapanese sull’indagine nei confronti di Matteo Messina Denaro.

Con loro è finito in carcere anche l’ex sindaco di Castelvetrano, Antonio Vaccarino. Il politico non è un nome nuovo per gli inquirenti visto che in passato è stato condannato per droga. In questo caso è accusato di aver fatto da tramite e passato a un boss la trascrizione di un’intercettazione.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Carabinieri
Fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it

Mafia, carabiniere e ufficiale Dia arrestati per spionaggio: l’indagine continua

Gli arresti effettuati nella giornata odierna hanno aperto uno scenario che finora sembrava improponibile. Nelle prossime ore i tre fermati saranno ascoltati dal magistrato nell’interrogatorio di garanzia ma l’indagine non si fermerà. La Procura vuole scoprire quante informazioni sono state rivelate e soprattutto chi si nasconde dietro alle talpe che sono state fermate nella mattinata di martedì 16 aprile.

Informazioni rivelate a boss di Cosa Nostra nell’ambito delle indagini su Matteo Messina Denaro. Da capire se queste venivano riferite direttamente al boss oppure ad alcuni suoi scagnozzi. L’inchiesta è ancora in corso e nelle prossime ore dovrà ricostruire meglio la dinamica di una vicenda che vede coinvolti ufficiali e carabinieri.

Per i tre fermati nelle prossime ore si dovrebbero aprire le porte del carcere in attesa del processo. Il magistrato è intenzionato a confermare la decisione della Procura almeno fino a quando non si hanno altre novità. La posizione degli arrestati sarà valutata negli interrogatori di garanzia previsti nelle prossime ore in carcere a Palermo dove sono stati portati gli indagati.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it


San Marino, indagato l’ex sottosegretario Sandro Gozi

Reggio Calabria, tre ragazzi arrestati per violenza sessuale