Rivolta del Latte, la manifestazione dei pastori sardi a Roma

I pastori sardi portano la protesta a Roma

Protesta dei pastori sardi, manifestazione a Roma a Montecitorio.

Prosegue la manifestazione dei pastori sardi, che chiedono risposte al governo e chiedono che il latte gli sia pagato almeno un euro più Iva. Una delegazione di pastori sardi ha raggiunto Roma unendosi alla manifestazione organizzata a Montecitorio dagli agricoltori della Coldiretti.

Non è bastata dunque la visita del premier Giuseppe Conte in Sardegna per spegnere i focolai di una protesta che ha visto la Sardegna schierarsi al fianco dei suoi pastori.

Tra le manifestazioni di solidarietà anche quella della squadra del Cagliari Calcio, in campo con una maglia con uno slogan in favore dei manifestanti.

La protesta dei pastori sardi

Da Nuoro a Montecitorio, sono centinaia le persone che hanno deciso di scendere in strada per manifestare contro un mercato che, come hanno sottolineato gli stessi manifestanti, uccidono la pastorizia, che rappresenta una delle attività principali della Sardegna oltre che uno dei vanti dell’Italia in tutto il mondo.

Da giorni i pastori hanno deciso di versare in terra litri e litri di latte, un gesto fortemente simbolico ma che ha suscitato anche polemiche e perplessità.

Vano al momento l’intervento del premier Giuseppe Conte che si è recato in Sardegna alla ricerca di un accordo o almeno di un compromesso con i pastori sardi.

Manifestazione Sardegna
fonte foto https://twitter.com/ugocappellacci

Manifestazione dei pastori sardi a Roma

Nel quarto giorno di protesta, una delegazione di pastori sardi ha raggiunto piazza Montecitorio (Roma) unendosi agli agricoltori di Coldiretti, in strada per manifestare contro i danni al raccolto causati dal gelo e dalla Xylella. Gli agricoltori hanno voluto sottolineare il loro sostegno ai pastori sardi, che minacciano di portare avanti la loro protesta a oltranza, creando non pochi disagi anche all’economia e al mercato italiano.

ultimo aggiornamento: 12-02-2019

X