Mercato, i calciatori svedesi "scommettono" su Ibrahimovic al Milan

Mercato, i calciatori svedesi “scommettono” su Ibrahimovic al Milan

Gli ex compagni di Ibrahimovic in nazionale puntano forte sul ritorno dello svedese al Milan: un altro indizio di mercato da non sottovalutare

Andreas Granqvist e Albin Ekdal hanno molti elementi in comune. In primis, il “mestiere”. Sono entrambi calciatori, provenienti dallo stesso paese: la Svezia, di cui hanno anche la fortuna di rappresentarla all’interno della squadra nazionale. I due di cui sopra sono accomunati anche da altri due fattori: hanno giocato (o giocano) a Genova (Granqvist ha militato in maglia rossoblu genoana, Ekdal è un centrocampista della Samp); in più, hanno avuto la fortuna di condividere lo spogliatoio con Zlatan Ibrahimovic. La Gazzetta di oggi ha evidenziato come entrambi gli atleti siano convinti che il ritorno di Ibra al Milan sia ormai cosa fatta.

Mercato: Granqvist ed Ekdal “spingono” Ibrahimovic al Milan

Ormai ogni giorno – ammette Ekdal a margine della conferenza stampa precedente alla gara con la Romania – i giornali scrivono qualcosa su Ibrahimovic. Penso sia normale perché è un tema molto caldo. Si spera che ci sia un po’ di verità in questo: non si può mai sapere quale decisione prenderà Zlatan. Il Milan mi sembra la destinazione più naturale, ho difficoltà a vederlo al Bologna. Se dovessi scommettere direi Milan”.

Gli fa eco Granqvist. “Non si può mai sapere cosa farà Zlatan, spero che continui a giocare per mostrare a tutti il campione che è. Secondo molti media l’Italia è la destinazione più probabile, non sarei sorpreso se ritornasse lì“.

Ibrahimovic
https://www.facebook.com/ZlatanIbrahimovic/photos/a.204693916216684/963849803634421/?type=3&theater

Ibra, cifre stratosferiche negli USA!

Il rendimento di Ibrahimovic nel corso del 2019 con la casacca dei LA Galaxy è semplicemente impressionante. Ibra ha disputato 31 gare tra stagione regolare e playoff, mettendo a segno 31 reti e dispensando anche 8 assist. Una media spaventosa per un “ragazzino” di soli 38 anni: l’integrità fisica e la grande voglia di giocare a calcio possono ancora permettergli di fare la differenza.

ultimo aggiornamento: 15-11-2019

X