Il messaggio del Capo dello Stato Sergio Mattarella per il 2 giugno

Mattarella: “Sono fiero del mio Paese. Inaccettabile dividersi ora” – VIDEO

Il messaggio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del 2 giugno.

ROMA – In occasione del 2 giugno il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha voluto inviare un messaggio agli italiani: “In questa emergenza l’Italia ha mostrato il suo volto migliore. Sono fiero del mio Paese – ha detto il Capo dello Stato – mi permetto di invitare a trovare le ragioni di uno sforzo comune, che non attenua le differenze di posizione politica né la diversità dei ruoli istituzionali“.

Mattarella: “Siamo tutti chiamati a un impegno comune”

Il presidente della Repubblica ha ricordato che siamo “tutti chiamati a un impegno comune contro un gravissimo pericolo che ha investito il nostro Paese sul piano della salute, economico e sociale“.

Le sofferenze provocate dalla malattia – ha proseguito Mattarella – non vanno brandite gli uni contro gli altri“. E poi un pensiero ai medici e tutti gli operatori sanitari che in questo periodo sono stati in prima linea contro il Covid: “Siamo orgogliosi di quanto fatto in queste settimane da medici, infermieri, volontari e dalle persone che lavorano in tutti servizi essenziali. Cittadini che, spesso rischiando la propria salute, hanno consentito all’intera comunità nazionale di respirare mentre la gran parte dell’attività era ferma“.

Sergio Mattarella
fonte foto https://www.quirinale.it/

Mattarella: “Dobbiamo contrastare un nemico invisibile”

Il presidente Mattarella ha invitato la politica ad abbandonare le divisioni: “L’unità morale è il vero cemento che ha fatto nascere e tenuto insieme la Repubblica […]. Oggi dobbiamo contrastare un nemico invisibile che ha sconvolto le nostre esistenze”.

Il Capo dello Stato ha parlato anche di Europa ricordando che “il Vecchio Contintente ha ritrovato l’autentico spirito della sua integrazione. Nessun Paese avrà futuro accettabile senza l’Ue“.

Sergio Mattarella Quirinale
fonte foto https://www.quirinale.it/

Mattarella: “La risalita non sarà veloce”

Il Capo dello Stato ha individuato il 2 giugno come data emblematica per la ripartenza: “La risalita non sarà veloce. Serviranno coraggio e prudenza“. Conclusione del messaggio con un elogio degli italiani: “In questi mesi abbiamo toccato con mano la solidarietà, la generosità, la professionalità, la pazienza e il rispetto delle regole […]. Ora sarebbe inaccettabile disperdere questo patrimonio […]. Sono convinto che insieme ce la faremo. Il legame che ci tiene uniti sarà più forte delle tensioni e delle difficoltà“.

fonte foto copertina https://www.quirinale.it/

ultimo aggiornamento: 01-06-2020

X