Migranti, naufragio al largo della Turchia: nove i morti, tra cui sette bambini

Un gommone con a bordo 13 migranti è naufragato al largo della Turchia. Nove i profughi che hanno perso la vita, tra cui sette bambini.

ISTANBUL (TURCHIA) – I naufragi nel mare Mediterraneo non hanno fine. Stando a quanto riportato dall’agenzia di stampa turca Anadolu, un gommone con a bordo tredici migranti è affondato al largo di Kasudasi. I profughi erano in viaggio verso le isole greche ma il loro viaggio si è interrotto in Turchia. Il bilancio è tragico: nove le persone morte (sette bambini e due donne) mentre solamente quattro persone sono state portate in salvo.

Secondo quanto riferito dalle autorità locali, i corpi sono stati tutti recuperati e non ci sono dispersi. Non è stata comunicata la nazionalità dei migranti che erano sul gommone.

Migranti, la Turchia è uno dei Paesi di passaggio dei profughi illegali

Le coste della Turchia sono state protagoniste involontarie di molti naufragi di barconi carichi di migranti. Come riportato dall’ANSA, la nazione è uno dei Paesi principali per il passaggio dei profughi illegali che provano a raggiungere l’Europa. Il numero è aumentato specialmente dopo la guerra in Siria che è iniziata nel 2011.

I numeri parlano chiaro e sono sicuramente tragici: nel 2017 il flusso è aumentato del 60% rispetto all’anno precedente che aveva segnato circa 31.000 migranti che avevano attraversato la Turchia per arrivare in Europa. Tra le persone che sono state trattenute da Istanbul la maggior parte provenivano dal Pakistan (circa 15.000) con Afghanistan e Siria subito alle spalle. La situazione in questo 2018 non è cambiata, anzi il numero è tragicamente destinato ad aumentare.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/raffaele.masto.7

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 09-08-2018

Francesco Spagnolo

X