Migranti, Salvini dice no alla missione Sophia: sbarcano solo in porti italiani

Migranti, Salvini boccia la missione Sophia: no a procedure di sbarco che prevedono l’approdo solo in porti italiani. Non riteniamo opportuno continuare la missione.

Torna alla ribalta la questione migranti con la scadenza ormai prossima della missione Eunavformed Sophia, la missione umanitaria europea nelle acque del Mar Mediterraneo. Dall’Italia il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha fatto sapere che l’intenzione del Viminale resta quella di opposizione a un progetto che fattivamente prevede lo sbarco dei migranti solo in territorio italiano.

Matteo Salvini

Migranti, Matteo Salvini: “Manteniamo l’indisponibilità a procedure di sbarco che prevedono l’approdo solo in porti italiani”

Noi manteniamo ferma l’indisponibilità a procedure di sbarco che prevedono l’approdo solo in porti italiani. Al momento non ci sono progressi significativi nel negoziato nonostante le nostre richieste di cambiare le regole d’ingaggio. Senza una convergenza sulle nostre posizioni non riteniamo opportuno continuare la missione“, ha dichiarato il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini al Comitato Schengen.

Il leader del Carroccio è tornato a puntare il dito contro un’Europa poco incline all’ascolto delle esigenze del governo e del popolo italiano. L’idea di fondo di Salvini è che dai fatti della nave Diciotti poco o nulla sia cambiato per quanto concerne l’atteggiamento dell’Ue di fronte a una problematica comune che dovrebbe prevedere una risoluzione comune dei problemi.

Migranti
fonte foto https://twitter.com/openarms_fund

Migranti, gli scontri al confine con Francia e Malta

Sicuramente gli episodi dubbi avvenuti al confine tra Francia e Italia hanno esasperato i rapporti tra le parti o comunque hanno alimentato la diffidenza del Viminale nei confronti dei paesi vicini. I sospetti del governo italiano sono che la Francia abbia deliberatamente e volutamente trasportato gruppi di migranti in territorio italiano. A questo si aggiungono le tante divergenze con Malta che in diverse occasioni, nel silenzio dell’Unione europea, si sarebbe rifiutata di prestare soccorso ai migranti in mare, preferendo scortarli verso le acque territoriali italiane.

 

Fonte foto: https://www.facebook.com/giuseppe.tosello

ultimo aggiornamento: 06-12-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X