Milan, c’è anche Di Francesco per il dopo Gattuso. Più lontano Sarri

Salgono le quotazioni di Eusebio Di Francesco per la panchina del Milan. Sarri è più distante. Gattuso guiderà i rossoneri fino al termine della stagione.

L’avventura di Gennaro Gattuso alla guida del Milan è giunta ai titoli di coda. Dopo la pesante sconfitta contro il Torino, la dirigenza rossonera ha confermato il tecnico calabrese per le ultime quattro gare di campionato. La sensazione è che Ringhio sia stato mantenuto al suo posto più per assenza di alternative reali che per convinzione. Il Diavolo rischia ora di rimanere fuori dall’Europa.

Gennaro Gattuso
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Sale Di Francesco, scende Sarri

Da giorni impazza il toto-allenatore per la panchina del Milan per la stagione 2019/20. Se Conte sembra destinato a accettare la corte della Roma, i rossoneri potrebbero andare proprio su un ex giallorosso: come titola La Gazzetta dello Sport, sono in aumento le percentuali di Eusebio Di Francesco. Più difficile Sarri, il quale potrebbe anche rimanere al Chelsea con un buon finale di stagione.

Le qualità di Eusebio

Di Francesco, chiosa nel sottotitolo la Rosea, piace per l’idea di gioco, la gestione e lo sviluppo dei giovani e per lo stile. Il 29enne di Pescara, dopo l’ottimo ciclo al Sassuolo, ha portato la Roma alle semifinali di Champions League prima di venire esonerato nella stagione in corso.

Europa, rischio economico

Nel frattempo, in via Aldo Rossi sperano che la formazione rossonera abbia una reazione d’orgoglio e che si riesca a centrare la qualificazione alle coppe europee. Il presidente Scaroni, a Radio Anch’Io lo Sport, ha dichiarato: “Ci sarebbe sicuramente un impatto economico evidente e immediato, poi sarebbe un tema che allontanerebbe un po’ il rimettere il Milan dove noi vogliamo riportarlo“.

ultimo aggiornamento: 30-04-2019

X