La Gazzetta dello Sport, nell’edizione odierna, ha analizzato le tante frizioni che hanno logorato molto velocemente il rapporto tra Giampaolo e il Milan

Manca ancora l’ufficialità. Marco Giampaolo, però, sembra ormai essere a un passo dall’esonero. Non è servita a molto, dunque, la vittoria ottenuta in casa del Genoa nella serata di sabato: il 2-1 di rimonta (a firma Hernandez e Kessie) non ha sciolto i dubbi relativi alle difficoltà della squadra a creare gioco. Confusione di uomini e moduli, per il tecnico abruzzese: solo la parata di Reina sul rigore tirato da Schone ha evitato di far sfumare la terza vittoria in sette incontri. La Gazzetta dello Sport di oggi ha ripercorso il breve regno di Giampaolo al Milan, rilevandone gli errori e le incomprensioni con la dirigenza.

Milan: Boban e Maldini avevano idee diverse su Giampaolo?

La diarchia che al momento comanda sul settore tecnico è quella composta da Maldini e Boban. Ebbene, secondo la ricostruzione della Rosea, l’idea di puntare su Giampaolo è stata solo dell’ex capitano rossonero. Il croato, giunto solo cinque giorni prima della nomina, non ha potuto far altro che avallare. Molto probabilmente, però, l’ex allenatore della Samp non sarebbe stata la sua prima scelta.

Queste incongruenze, poi, si sono ripercosse anche sul mercato. L’acquisto last minute di Ante Rebic, infatti, non è stato un colpo funzionale al sistema di gioco che aveva immaginato Giampaolo. Il tecnico si sarebbe atteso un trequartista, non un’ala pura. Altra nota dolente riguarda il dialogo tra mister, Boban e Maldini. A quanto pare, il primo non avrebbe mai ascoltato i consigli provenienti dall’alto, né sull’immediato utilizzo dei nuovi arrivi, né tanto meno sul modulo.

Luciano Spalletti
fonte foto https://www.facebook.com/Inter/

Giampaolo, si va verso un’addio amaro

Stando alle ultime indiscrezioni riportate da Sky Sport, Luciano Spalletti avrebbe dato l’assenso all’operazione che lo porterebbe sulla panchina del Milan. Tocca adesso alla dirigenza mettersi al lavoro: c’è in ballo anche la risoluzione del tecnico toscano con l’Inter, a cui è legato da un contratto di due anni.

Covid, l’aggiornamento del Piano Vaccini

TAG:
milan

ultimo aggiornamento: 07-10-2019


Milan, anche Ambrosini incorona Leao: “Merita di giocare dall’inizio”

Mercato Milan: frizioni tra Boban-Maldini e Elliott?