Milan in cerca d'esperienza: Ibrahimovic però esclude Mandzukic e Rakitic

Milan in cerca d’esperienza: Ibrahimovic però esclude Mandzukic e Rakitic

Gennaio porterà al Milan un leader: si tratta però di uno strappo alla regola, ragion per cui giungerà solo uno tra Ibrahimovic, Rakitic e Mandzukic

Il Milan ai giovani“. Queste sono state le parole pronunciate da Ivan Gazidis il giorno del suo insediamento come nuovo amministratore delegato della società rossonera. La strategia di svecchiamento della rosa in realtà procede più o meno spedita: non sono però arrivati i risultati sperati. Per il mercato di gennaio, dunque, si va alla ricerca di un leader che possa portare esperienza e leadership all’interno del gruppo. I cordoni della borsa, però, sono stretti. Ecco perché, come analizzato oggi dalla Gazzetta, potrà arrivare solo uno tra Ibrahimovic, Rakitic e Mandzukic.

Ibrahimovic, Rakitic o Mandzukic? Il Milan cerca il suo leader

Ivan Rakitic, al momento, è il calciatore più lontano dei tre dalla possibilità di vestire il rossonero. Un discorso legato all’ingaggio molto alto e al fatto che probabilmente, il Barcellona lo lascerà arrivare alla naturale scadenza del contratto prima della cessione. Senza contare le possibili concorrenti del Milan. Il discorso è diverso per Ibrahimovic e Mandzukic.

I due occupano per caratteristiche la stessa porzione di campo. Considerando che le casse rossonere non godono di ottima salute, non sarebbe possibile sostenere i costi di due ingaggi top. Ecco perché la scelta del club potrebbe ricadere soltanto su uno dei tre esperti calciatori.

Mario Mandzukic

Il Milan ha bisogno di un leader

Secondo la Gazzetta dello Sport in edicola oggi, Ibra sarebbe il leader perfetto per un Milan giovane, fragile e inesperto. “Il Milan sempre più vicino alle zone calde della classifica dovrà rinforzarsi in difesa, ma anche in zona gol, e Zlatan è legato al Los Angeles Galaxy soltanto fino alla fine dell’anno. I pretendenti per i prossimi mesi sono molti, nonostante l’età (lo svedese ha compiuto 38 anni il mese scorso)”.

In Italia restano in corsa Bologna, Napoli e appunto il Milan. Mihajlovic sta tentando Zlatan, De Laurentiis pure. Milano però resta una città dove lo svedese è stato felice per anni e dove i suoi figli sono stati di casa. Milano è una seconda patria per Ibrahimovic e la Serie A il suo giardino. Basteranno queste considerazioni a convincerlo?“.

ultimo aggiornamento: 13-11-2019

X