Milan-Inter, tra i rossoneri bene solo Donnarumma, Leao e Hernandez

Milan-Inter, i singoli: malissimo Rodriguez e Calhanoglu, San Gigio non basta. Segnali positivi da Leao e Hernandez

Il derby Milan-Inter ha confermato che i nerazzurri sono molto avanti ai rossoneri. In pochi si salvano tra gli uomini di Giampaolo.

Milan-Inter ha sentenziato che le due squadre sono su un livello diverso: i nerazzurri sono praticamente già fatti e pronti a puntare in alto, come dimostrano i 12 punti su 12 conquistati con tre clean sheet. I rossoneri, invece, non hanno ancora una fisionomia evidente, faticando sotto molti aspetti: 6 punti in 4 gare con appena due reti all’attivo.

Rodriguez tra i peggiori nel derby

Il peggiore in campo nel derby è stato senza dubbio Ricardo Rodriguez: lo svizzero è andato in difficoltà da subito, con un retropassaggio suicida sventato per un soffio da Donnarumma; non si vede mai in avanti e dietro soffre maledettamente. Non tanto meglio, sempre sulla catena mancina, Calhanoglu: il turco non cambia mai passo, appare spaesato e sparisce dal match per lunghi tratti. Parecchio insufficiente la prova di Conti: titolare dopo una vita, naufraga tra Asamoah e Sensi: la punizione dell’1 a 0 nasce da un suo fallo. Male anche Biglia in regia: l’argentino offre la solita sapienza tattica ma difronte al dinamismo del centrocampo di Conte va in apnea e sbaglia anche alcuni palloni.

https://www.youtube.com/watch?v=AB_2HhuFKGk&feature=onebox

I migliori: Donnarumma, Leao e Hernandez

Il migliore in campo di Milan-Inter, sponda rossonera, è senza dubbio Donnarumma: il portierone di Castellammare di Stabia salva in più occasioni la porta rossonera prima di capitolare sulla sfortunata deviazione di Leao sul tiro di Brozovic. Proprio il portoghese, gettato a sorpresa nella mischia da Giampaolo, ha risposto bene con una prova più che sufficiente contro un marcatore difficilissimo come Godin. Nel finale è entrato Hernandez: l’ex Real ha creato in dieci minuti più pericoli di tutto il resto del match. Il ritorno dello spagnolo è molto importante. Complessivamente sufficienti le prestazioni di Musacchio e Kessié, oltre ai minuti finali di Paquetà.

Rafael Leao
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Pagelle, gli altri insufficienti

In Milan-Inter, non arrivano alla sufficienza capitan Romagnoli (si perde Lukaku sul 2 a 0), Suso (sbaglia la soluzione in contropiede nel primo tempo) e Piatek (sciupa di testa l’occasione del gol).

ultimo aggiornamento: 22-09-2019

X