Milan, ricorso al Tas: ecco i punti della difesa

Milan, il ricorso al Tas in tre punti: la strategia dei rossoneri per riprendersi l’Europa League conquistata sul campo.

Come preannunciato dal club dopo il verdetto dell’Uefa che ha portato all’esclusione della squadra dalla prossima edizione dell’Europa League, il Milan ha presentato nella giornata di ieri (2 luglio ndr) il suo ricorso al Tas nella speranza di riuscire a convincere gli arbitri a mutare la sentenza un una sanzione economica.

Marco Fassone si è detto pronto a combattere fino all’ultimo per difendere i diritti e l’immagine del club che in Europa ha fatto la storia. Di certo per scampare alla scure europea non basterà il palmares.

Milan, il ricorso al Tas: i tre punti della difesa

Lo sanno bene i rossoneri che hanno preparato una difesa incentrata su tre punti chiave. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sportil Milan chiederà di distinguere tra le responsabilità della vecchia dirigenza da quelle dell’attuale, inviterà poi i giudici a valutare i casi precedenti in cui è stato concordato il settlement agreement e renderà noto, o meglio ribadirà il fatto che le variazioni nel business plan non sono un indizio di una scarsa credibilità nei confronti di Yonghong Li.

Fassone, Mirabelli, Li Mercato Milan
Fonte foto: https://www.facebook.com/Pianeta-Calcio-292039820902613/

Milan, Marco Fassone predica calma

Intervenuto sui canali social rossoneri, Marco Fassone ha parlato del ricorso al Tas predicando calma: il numero due del Milan ha puntualizzato che l’esclusione dall’Europa League non sarebbe un dramma. Concetto difficile da digerire per i tifosi rossoneri, storicamente abituati a ben altri scenari e ad ambizioni di ben altro tipo.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 03-07-2018

Nicolò Olia

X