Milan, tutto fermo (?): Yonghong Li non vende e rimborsa Elliott

La trattativa con Rocco Commisso è ferma al palo: Yonghong Li non appare intenzionato a cedere il Milan e potrebbe saldare già oggi il Fondo Elliott dei 32 milioni di ultimo prestito.

L’ennesimo rilancio da parte di Rocco Commisso sembrava poter portare alla fumata bianca per il passaggio della maggioranza delle quote del Milan al magnate italo-americano. Invece, per la terza volta negli ultimi giorni, Yonghong Li ha deciso di interrompere le trattative con il numero uno di Mediacom. Secondo il Corriere della Sera, i vertici di Alantra, advisor di Mister Li, hanno trascorso la giornata negli studi legali di Milano di White & Case, ossia i consulenti che a New York e in Italia sono subentrati nell’operazione al fianco di Yonghong Li.

Yonghong Li Milan
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/ACMilan

Niente novità al Tas?

I tempi per l’eventuale cessione del 70% del Milan a Commisso si allungheranno in ogni caso. E, nel frattempo, l’attuale patron di via Aldo Rossi è pronto a liquidare i 32 milioni prestati dal Fondo Elliott per coprire l’ultimo aumento di capitale. In tal modo, il numero uno cinese del club rossonero si terrebbe il Milan per poter trattare alle sue condizioni; il fondo di Paul Singer, invece, metterebbe subito all’asta il Diavolo (Ross e Ricketts in pole position, ndr). Permanendo così la situazione, però, il rischio è che il ricorso al Tas contro l’esclusione dall’Europa League comminata dall’Uefa sia destinato a naufragare.

ultimo aggiornamento: 02-07-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X