Milan, Yonghong Li cala l’asso: il futuro del club in ventiquattro ore

Yonghong Li, avanti con la trattativa per la cessione del Milan. Il nuovo proprietario pronto a versare 415 milioni nelle casse del Fondo Elliott.

Milan, Yonghong Li non molla e prepara l’ultima mossa (della disperazione). Dopo il mancato pagamento dei trentadue milioni al Fondo Elliott, l’attuale presidente del Milan ha continuato a trattare la cessione del club. Ma non con Rocco Commisso, tornato a parlare proprio nelle ultime ore (qui le dichiarazioni di Commisso).

Yonghong Li all’ultima spiaggia: la trattativa per la cessione del Milan

Secondo quanto riportato da Tuttosport, mister Li avrebbe raggiunto un accordo con un misterioso investitore (arabo o forse russo) che dovrebbe presentarsi dal Fondo Elliott con 415 milioni in mano, ossia il debito complessivo contratto da Yonghong Li con il fondo americano. Il presunto mister X rileverebbe dunque le quote di maggioranza della società diventando di fatto il nuovo presidente del Milan.

Yonghong Li Milan
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/ACMilan

Cessione Milan: un saudita o un russo nel futuro del club rossonero

Le ultime indiscrezioni sull’anonimo compratore parlano di un saudita imparentato (o comunque legato) con la famiglia regnante, una buona notizia, se fosse confermata, per le casse di via Aldo Rossi e quindi per i tifosi rossoneri. Resta però ancora in piedi l’ipotesi degli ultimi giorni, ossia quella che parla di un magnate russo.

Milan, il Fondo Elliott al bivio

Fosse vera la notizia sul colpo di coda di Yonghong Li, la palla passerebbe al Fondo Elliott. Il gruppo di Paul Singer potrebbe infatti decidere di interrompere la pratica per rilevare il club e accontentarsi di incassare i soldi prestati a Li (più gli interessi) oppure andare fino in fondo mettendo le mani sul club per poi rivenderlo al miglior offerte aumentando sensibilmente i guadagni.

Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/ACMilan

ultimo aggiornamento: 08-07-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X