“In ritardo, ma Dio non dimentica”. Ecco la frecciata di Carlos Bacca, che reagito così alla notizia dell’esonero dell’Aeroplanino.

La vendetta – si sa! – è un piatto che va servito freddo. Va bene anche a chilometri di distanza, l’importante è gongolare. Carlos Bacca non ha mai avuto un buon rapporto con Vincenzo Montella. Con l’Aeroplanino in panchina, il rendimento in rossonero del Peluca – che nella stagione precedente, con Sinisa Mihajlovic alla guida, aveva trascinato più volte il Milan a suon di gol – è crollato a tal punto da spingerlo a lasciare Milano. Stamane, alla notizia dell’esonero di Montella, il colombiano, che in Spagna, per la precisione al Villarreal, è rinato, si è preso la sua personale rivincita social.

Esonero Montella, Rino Gattuso nuovo allenatore del Milan

“In ritardo, ma Dio non dimentica”. Ecco il tweet al veleno di Carlos Bacca, che aspettava al varco in attesa di buone nuove da Milanello. L’allenatore che in qualche modo aveva rovinato il suo feeling con la piazza rossonero è stato finalmente accompagnato all’uscita. E pazienza se la rottura era già stata consumata ad agosto con la cessione, appunto al Villarreal: evidentemente, l’ex Siviglia non è riuscito a metterci una pietra sopra. Perché a Bacca, il rossonero piaceva (e piace ancora) parecchio.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio Carlos Bacca ivm milan Montella

ultimo aggiornamento: 27-11-2017


Moduli, scelte discutibili e… sorrisi: Montella si è fregato da solo

Esonero Montella, scelta condivisa da dirigenza e proprietà