Morto in un incidente stradale uno dei teste chiave dell’omicidio di Luca Sacchi. Accertamenti in corso.

ROMA – Morto in un incidente stradale uno dei teste chiave dell’omicidio di Luca Sacchi. Come riportato dall’Ansa, Simone Piromalli è stato coinvolto in uno scontro sul Grande Raccordo Anulare. L’incidente, secondo le ultime indiscrezioni, è avvenuto in carreggiata interna.

Il giovane era in sella ad una moto con una ragazza e per i due non c’è stato niente da fare. Lo scontro con un carroattrezzi è stato fatale. Indagini in corso per ricostruire meglio l’accaduto e provare a individuare meglio le responsabilità di questo incidente.

Il ruolo di Piromalli

Il ruolo di Simone Piromalli nella morte di Luca Sacchi è chiave. Il giovane, infatti, si era recato insieme all’amico Valerio Rispoli per fare da intermediario tra Giovanni Princi e Valerio Del Grosso per l’acquisto quindici chili di marijuana. E’ stato proprio lui, insieme a Valerio Rispoli, a raccontare tutto ai carabinieri su quanto successo quella notte.

La posizione del ragazzo, in un primo momento archiviato, è stata archiviata dalla magistratura. La sua posizione è stata importante, infatti, per riuscire a ricostruire quanto successo quella sera. “Ho visto estrarre una mazzetta di soldi dallo zaino rosa che porta Anstasiya – ha detto davanti ai giudici – ma non ricordo chi abbia fatto il gesto”.

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

L’incidente

L’incidente è avvenuto nella mattinata di giovedì 6 maggio. Secondo le ultime indiscrezioni, il ragazzo si trovava in sella ad una moto con una ragazza al Grande Raccordo Anulare quando, per motivi ancora da accertare, si è andato a scontrare contro un carroattrezzi.

Per i due non c’è stato niente da fare. I medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Sono in corso tutti gli approfondimenti del caso per ricostruire l’accaduto.


91enne morto mentre tenta di fuggire da una Rsa, dramma in provincia di Pavia

Colori Regioni, cosa cambia dal 10 maggio