MotoGP, l’analisi dell’ultimo giorno di test sul circuito di Losail

I risultati dell’ultimo giorno di test di MotoGP sul circuito di Losail: Maverick Vinales davanti a tutti. In ripresa Rossi e Marquez.

LOSAIL (QATAR) – Maverick Vinales firma il miglior crono nell’ultima giornata di test sul circuito di Losail. Lo spagnolo in sella alla sua Yamaha ha fermato il crono sull’1’54″208 precedendo al termine delle prova il francese Fabio Qartararo (1’54″441) e un Marc Marquez (1’54″613) in netta ripresa dopo le difficoltà dei giorni scorsi.

Da segnalare anche il quarto crono di Valentino Rossi (1’54″651) e il quinto di Jorge Lorenzo (1’54″653) che lanciano un chiaro segnale agli avversari. Bene anche Fabio Morbidelli (1’54″660) che alla fine dei test ha chiuso davanti a Pol Espargaro (1’54″770), Takaaki Nakagami (1’54″789), Danilo Petrucci (1’54″818) e Jack Miller (1’54″851) che chiude la top ten.

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo sulla Honda (fonte foto https://twitter.com/MotoGP)

Dovizioso in difficoltà – Giornata non semplice per Andrea Dovizioso (1’55″233) che ha fatto registrare solamente il quindicesimo tempo davanti al connazionale ed ex compagno di squadra Andrea Iannone (1’55″343). Ottimo il tredicesimo posto di Francesco Bagnaia (1’55″074) che conferma il suo percorso di crescita.

MotoGP, Maverick Vinales il migliore anche nei tempi combinati

Le buone notizie per la Yamaha arrivano anche dai tempi combinati. Maverick Vinales (1’54″208) è il migliore davanti alla sorpresa Fabio Quartararo (1’54″441) e Alex Rins (1’54″593). In scia dei primi tre il campione del mondo in carica Marc Marquez (1’54″613). Buon quinto crono per Valentino Rossi (1’54″651) che ha avuto la meglio di poco su Jorge Lorenzo (1’54″653) e Franco Morbidelli (1’54″660). La top ten è completata da Pol Espargaro (1’54″770), Taakaki Nakagami (1’54″789) e Danilo Petrucci (1’54″818).

Dovizioso nelle retrovie – Tempi combinati non semplice per Andrea Dovizioso (1’55″205). Quindicesimo per il pilota della Ducati anche alle spalle di Francesco Bagnaia (1’55″074). 18° Andrea Iannone (1’55″343). Si tratta naturalmente di prove ma per avere dei riscontri ufficiali bisognerà aspettare la prima in stagione. La Yamaha si candida tra le favorite principali ma attenzione che le condizioni possono chiamare da un momento all’altro.

fonte foto copertina https://twitter.com/MotoGP

ultimo aggiornamento: 25-02-2019

X