Audi, parte in Ungheria la produzione dei motori elettrici

Motori elettrici Audi, al via la produzione nello stabilimento ungherese di Gyor al ritmo di 400 unità al giorno. I propulsori verranno destinati al nuovo SUV e-Tron.

Parte in Ungheria la produzione dei motori elettrici Audi. La casa dei Quattro Anelli ha destinato l’impianto di Gyor alla realizzazione dei propulsori elettrici, mediante un nuovo sistema di assemblaggio modulare all’interno di un’area di oltre 8.000 metri quadri realizzata in meno di un anno. Peter Kossler, membro del board per la produzione e la logistica Audi, e Achim Heinfling, AD di Audi Ungheria hanno simbolicamente dato il via al ciclo di produzione.

Da 25 anni” – ha dichiarato Kossler – “Audi Ungheria è protagonista della crescita del Marchio dei quattro anelli. La filiale ungherese adesso entra in un nuovo ambito di competenza grazie alla produzione di motori elettrici. In questo modo, l’impianto di Gyor diventa il principale stabilimento Audi per la produzione di propulsori a zero emissioni, rappresentando la trasformazione del marchio in un provider di mobilità sostenibile“.

Audi Ungheria” – ha aggiunto Heinfling – “diventa pioniere della produzione di motori elettrici. I nostri lavoratori hanno dato il via con grande impegno alla produzione dei nuovi propulsori a zero emissioni. Questo ci rende molto orgogliosi“.

Le novità nel ciclo di produzione motori elettrici Audi

Il gruppo tedesco fa sapere che le unità prodotte a Gyor saranno destinate al nuovo SUV Audi e-tron, la prima vettura ad alimentazione completamente elettrica prodotta dal marchio dei Quattro Anelli. I motori per la gamma di auto elettriche Audi che verranno realizzati in Ungheria avranno caratteristiche particolari; ad esempio, nello statore è inserita la maggior quantità possibile di filo di rame: un maggiore avvolgimento rende più efficace il sistema. L’elettronica di potenza viene alloggiata negli assali, assieme alla trasmissione e al doppio albero flangiato che trasmette il motor alle ruote.

Motori Elettrici Audi
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/kichetof/16569426030

Anche l’organizzazione del lavoro all’interno dell’impianto Audi Ungheria è stata modernizzata. Dall’azienda spiegano che le attrezzature per la produzione, i robot e le postazioni di arrotolamento e verifica sono collocati in posizioni fisse ma, al contempo, sono legate da un collegamento modulare. In altre parole, a differenza di un sistema di produzione strettamente in linea, la sequenza di assemblaggio resta predefinita ma gli addetti alla linea possono muoversi seguendo percorsi ramificati, per una maggiore flessibilità ed efficienza del ciclo produttivo.

I componenti necessari vengono portati alle relative postazioni da veicoli senza conducente. Al fianco delle catene di produzione, nello stabilimento sono state allestiti tre banchi prova che verranno adoperati per verificare le prestazioni delle unità, la durata e la tenuta. Allo stato attuale, la capacità produttiva dello stabilimento è di 400 propulsori al giorno ma nei piani dell’azienda è destinata ad essere incrementata giorno per giorno; nuovi addetti verranno assunti e sottoposti ad un corso di formazione per acquisire il necessario grado di specializzazione per implementare l’aumento della produttività.

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/bokman_richard/8554052177

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/kichetof/16569426030

ultimo aggiornamento: 26-07-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X