Suzuki Jimny vs Panda 4×4: sfida nel segno della trazione integrale

Suzuki Jimny vs Panda 4×4 è il confronto tra due compatte storiche, l’off-road giapponese giunto alla quarta generazione e l’iconica utilitaria FIAT.

Dimensioni compatte, poche concessioni al design, trazione integrale e un vezzeggiativo: sono questi i punti in comune tra Suzuki Jimny e FIAT Panda 4×4. Entrambi i modelli rappresentano un classico nella gamma dei due marchi ma mentre il ‘suzukino‘ è un fuoristrada a tutti gli effetti, il ‘pandino‘ nasce negli anni Novanta come utilitaria, conservando anche nella sua versione moderna l’anima da city car abbinata alla potenza delle quattro ruote motrici. Il nuovo Suzuki Jimny è arrivato nei concessionari italiani a metà luglio con una limited edition (Sakigake) da 20 esemplari numerati andati esauriti in meno di 48 ore.

Motorizzazioni a confronto

Ad inizio luglio 2018, la Suzuki ha presentato in Giappone la quarta generazione del Jimny. Nell’occasione, la casa del Sol Levante ha specificato che i modelli destinati all’esportazione saranno equipaggiati con un 4 cilindri aspirato a benzina da 1.5 litri che prende il posto dell’1.3 da 85 CV. L’unità di trazione verrà abbinata sia al cambio automatico che a quello manuale.

Per quanto riguarda la Panda 4×4, la gamma di motorizzazioni comprende un propulsore a benzina e uno a diesel. Il primo è l’unità 0.9 TwinAir, un 2 cilindri in linea sovralimentato proposto in due tarature: una da 85 CV e una da 90 CV; la Panda 4×4 diesel, invece, viene sospinta dal 4 cilindri turbo 1.3 Multijet, declinato nei tagli da 80 CV e 95 CV.

Suzuki Jimny vs Panda 4x4
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/francenetinfoscom/8391888523

La dotazione di serie

In virtù della presenza della trazione integrale, la Panda 4×4 offre un vasto equipaggiamento di dispositivi di sicurezza. Oltre al classico ABS ed al doppio airbag (conducente – passeggero), l’utilitaria griffata FIAT offre anche l’ESC (controllo elettronico della stabilità), l’ARS, l’ELD (differenziale autobloccante elettronico), il City Brake Control, l’Hill Holder. Con il pacchetto ‘Style’ è inoltre possibile avere i cerchi in lega da 15 pollici, la plancia in grigio antracite o verde, una speciale console centrale, volante multifunzione in pelle e sistema UConnect.

Per la nuova generazione del Jimny, la Suzuki ha approntato un vasto restyling non solo nel design – ora più squadrato e articolato –  ma anche per l’equipaggiamento degli interni e della dotazione tecnologica. Al controllo elettronico della trazione si aggiungono l’Hill Hold Control e l’Hill Descend Control. In aggiunta vi sono il sistema di riconoscimento della segnaletica stradale, la frenata automatica di emergenza, il Lane Warning e l’High Beam Assist.

Listino prezzi Suzuki Jimny vs Panda 4×4

Sul sito della filiale italiana della Suzuki sono riportati i prezzi di listino del nuovo Jimny; l’entry level viene proposto a partire da 18.200 euro, l’allestimento ‘Evolution +’ costa 19.100 euro mentre la versione top di gamma con cambio automatico è a listino a partire da 20.400 euro. Il listino prezzi Panda 4×4, invece, copre un range di prezzi leggermente inferiore: sia va dai 16.600 euro per un modello con 0.9 TwinAir fino ai 18.140 euro per una versione con diesel da 95 CV.

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/69929929@N06/41090052780

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/francenetinfoscom/8391888523

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 26-07-2018

Redazione Napoli

X