Nazionale, accordo trovato con Roberto Mancini: annuncio dopo il 13 maggio

L’incontro di ieri a Roma tra Roberto Mancini e Alessandro Costacurta ha fatto avvicinare ancora di più le parti. L’annuncio è atteso fra qualche giorno.

ROMA – L’Italia ripartirà da Roberto Mancini. Dopo il no di Carlo Ancelotti, nella giornata di ieri alcuni dirigenti della FIGC hanno incontrato l’attuale tecnico dello Zenit San Pietroburgo per cercare di trovare l’accordo.

Intesa di massima raggiunta con il futuro commissario tecnico che a breve comunicherà la sua decisione all’attuale club. Il 13 maggio si concluderà il campionato in Russia. Tra il lunedì e il martedì dopo è atteso in Italia per limare gli ultimi dettagli e per firmare il nuovo contratto. Il suo debutto arriverà il 28 maggio nell’amichevole contro l’Arabia Saudita.

A confermare il possibile arrivo sulla panchina azzurra del ‘Mancio’ arrivano le parole del commissario del presidente della FIGC, Roberto Fabbricini: “Ieri c’è stato – dichiara all’ANSA – un incontro tra Mancini, Oriali e Costacurta con lui che ha dato la disponibilità a risolvere il rapporto con lo Zenit e fare il ct. Siamo rimasti d’accordo che parleremo delle cifre dopo il 13 maggio“.

Tengo a precisare – continua – che non c’è nulla di deciso. Con Mancini chiariremo che la FIGC ha un budget per quel ruolo e non intende derogare. Con lui occorrerà parlare anche della filiera dei tecnici azzurri che noi vorremmo fossero concordati con il futuro ct“.

Roberto Mancini
Roberto Mancini (fonte foto https://twitter.com/robymancio)

Roberto Mancini CT: 4-2-3-1 o 4-3-3 come modulo e il rilancio di Balotelli e Criscito

Con l’arrivo di Roberto Mancini sulla panchina dell’Italia il modulo non dovrebbe cambiare rispetto alle ultime uscite. Il tecnico, infatti, dovrebbe adottare il 4-2-3-1 o il 4-3-3. Tutto dipenderà dai giocatori che avrà a disposizione in quella partita.

Al centro del nuovo progetto ci saranno naturalmente Lorenzo Insigne, Marco Verratti e Federico Chiesa che saranno la spina dorsale di questo nuovo progetto. Da valutare, poi, la possibile posizione di Alessandro Florenzi che potrebbe tornare a giocare più avanzato.

L’arrivo di Roberto Mancini, inoltre, apre le porte ad un possibile ritorno con la maglia azzurra di Mario Balotelli e Mimmo Criscito. L’attaccante è il ‘figlioccio’ del tecnico che lo ha lanciato nell’Inter: per lui quindi possibile la convocazione già il 28. Discorso molto simile anche per il difensore che è il capitano dello Zenit San Pietroburgo e perno dell’attuale formazione del futuro commissario tecnico.

Per i ‘veterani’ non è escluso un colloquio nei prossimi giorni con Mancini. Il tecnico stravede per De Rossi che potrebbe rientrare nel giro della Nazionale viste anche le sue ultime prestazioni. Prima l’annuncio ufficiale e successivamente partiranno i lavori per la nuova Italia.

Il video con i dieci migliori gol con la maglia della Sampdoria di Roberto Mancini

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 01-05-2018

Francesco Spagnolo

X