Milan, Niang ci ripensa e non va allo Spartak Mosca. Segnali dal Torino…

Il club rossonero aveva raggiunto l’accordo totale per la cessione di M’Baye Niang ai campioni di Russia. Poi, il francese c’ha ripensato. Il procuratore Raiola ha avuto contatti con il Torino…

Sembrava tutto fatto: il Milan incassa 18 milioni e M’Baye Niang si assicura un ingaggio netto da 3 milioni a stagione. Il committente viene dalla Russia e è lo Spartak Mosca, club guidato dal tecnico italiano Carrera che giocherà in Champions League. Insomma, tutti contenti, con i rossoneri che riescono a incassare un bel gruzzolo, mettendo a bilancio una plusvalenza di quasi 17 milioni.

Dietrofront!

Come detto, sembrava. Perché il classe ’94 ci ha ripensato, così come aveva fatto con l’Everton. Niang avrebbe infatti dovuto sostenere questa mattina le visite mediche e poi firmare il nuovo contratto con lo Spartak Mosca. Ebbene – come si legge su La Gazzetta dello Sport -, i dubbi dell’ultima ora dell’ex Caen hanno portato all’annullamento di questo appuntamento. E, molto probabilmente, al tramonto dell’ipotesi Russia.

La pista granata

Il destino di Niang sembra in ogni caso segnato: l’attaccante francese resta con le valigie in mano e il club rossonero lo ha messo definitivamente sul mercato. Le parole di Montella erano pertanto più mirate all’ottica di farne lievitare la valutazione. Ieri, in parallelo, il procuratore di Niang, Mino Raiola, ha incontrato i vertici del Torino. Il club granata segue da settimane il 22enne, il quale piace molto al tecnico Mihajlovic: l’allenatore serbo, infatti, aveva impostato il giovane di Meulan-en-Yvelines come seconda punta con buonissimi risultati nella stagione 2015/16 alla guida del Milan. Chiaramente, le cifre proposte dallo Spartak Mosca sono fuori portata per tutti. Niang dovrebbe accontentarsi di uno stipendio molto più contenuto rispetto ai 3 milioni che avrebbe guadagnato in Russia mentre per il Milan sembra esserci la possibilità di un prestito oneroso con obbligo di riscatto per complessivi 12 milioni di euro.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 18-08-2017

Fabio Acri

X