Nuoto, record italiano per Nicolò Martinenghi. Il varesotto ha firmato il nuovo primato nazionale nei 100 rana.

ROMA – Record italiano per Nicolò Martinenghi nei 100 rana. Dopo Margherita Panziera, il varesotto ha firmato il nuovo primato nazionale agli Assoluti di Riccione. Un crono fermato sul 58″37 per il 21enne che abbassa di qualche decimo il suo precedente (58″75).

Un tempo che gli è valsa anche la terza prestazione mondiale all time dietro il britannico Adam Peaty e il bielorusso Ilya Shymanovich. Un buon segnale per il futuro e per Tokyo, vero obiettivo di questa stagione.

Martinenghi: “Super soddisfatto”

Al termine della prestazione Nicolò Martinenghi ha parlato ai microfoni della Federnuoto. “Sono super soddisfatto – il primo commento del 21enne – la prestazione è molto buona, ma anche i passaggi mi rendono felice. Il risultato che abbiamo portato a casa è frutto dell’ottimo lavoro di tutto lo staff che ringrazio e con il quale condivido la gioia“.

E poi sulla gara ha ammesso: “Non ho avuto una buona partenza e l’ingresso in acqua non mi è piaciuto. Per questo secondo me posso limare ancora qualcosa sul tempo. Ho rinunciato ai 200 per fare meglio e il risultato mi ha sicuramente soddisfatto“.

Fin
fonte foto https://www.facebook.com/Federnuoto/

Italiani protagonisti a Riccione

Le prossime due sedute a Riccione potrebbero vedere altri atleti ottenere la qualificazione per Tokyo. Le occasioni diminuiscono con il passare dei giorni e in molti sono pronti a sfruttare questa occasione per conquistare il pass per il Giappone. Gli occhi sono puntati naturalmente su Federica Pellegrini, chiamata ad ottenere il biglietto per i prossimi Giochi Olimpici. Un passaggio sicuramente importante per la Divina, anche se la sua partecipazione non sembra essere a rischio.

Un obiettivo sicuramente importante al termine di un quadriennio reso molto difficile dalla pandemia. E subito dopo si dovrà iniziare a Parigi 2024, un periodo sicuramente intenso e ricco di gare.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/Federnuoto/


La rivolta degli All Blacks, l’Haka non si vende

Nuoto, quinta Olimpiade per Federica Pellegrini. Record italiano per Martinenghi e Carraro