Scatenato!

Il coraggio di Gennaro Gattuso e la fame di Patrick Cutrone sono la ricetta vincente del Milan. L’attaccante sale a quota 13 gol stagionali, nessun rossonero meglio di lui.

Patrick Cutrone e i gol che pesano. Avrà ragione Gennaro Gattuso quando dice che il giovane attaccante rossonero ha ancora tanta strada da fare prima di diventare davvero forte, avrà ragione Filippo Inzaghi quando dice che lui e Cutrone sono due giocatori diversi ma intanto il Milan deve ringraziare proprio il giovanissimo attaccante azzurro, uno dei principali protagonisti della rinascita rossonera.

Il tecnico ha sicuramente i suoi meriti nel momento positivo della squadra: l’undici rossonero ora gioca bene, ha trovato una compattezza difensiva difficile da rintracciare in Serie A e ha trovato soprattutto una sua filosofia di gioco, quell’abito adatto che Vincenzo Montella per mesi ha cercato nell’armadio di Milanello.

Ma ci sarà un motivo se Patrck Cutrone fa gol e gli altri attaccanti no.

Nessuno meglio di lui

Con la rete messa a segno in occasione di Ludogorets-Milan, Patrick Cutrone è salito a 13 gol stagionali. Nessuno meglio di lui al Milan, né tra quelli della vecchia guardia né tra i nuovi costosissimi acquisti del mercato estivo.

In pochi avrebbero scommesso su di lui e il rischio di vederlo partire in prestito era altissimo. Il Crotone ha a lungo corteggiato i rossoneri nella speranza di portare a casa il giocatore per un anno, Mirabelli e Montella hanno fatto muro e fino a qualche tempo fa sembravano aver sbagliato strada.

Non per il valore del calciatore, anzi, al contrario: con Montella lo spazio a disposizione di Cutrone era di fatto inesistente. Il numero 63 si è dovuto accontentare dell’Europa League, una scelta pro forma alla luce del necessario turnover.

Poi a Milanello è arrivato Gattuso, uno che non fa prigionieri: in carriera nessuno gli ha regalato nulla e lui non è intenzionato a farlo da allenatore. Chi merita gioca. Ci ha messo poco a capire che Patrick Cutrone meritava più di tutti quella maglia da titolare al centro dell’attacco.

La grinta dell’attaccante ha da subito colpito Rino, bravo a realizzare di avere tra le mani un patrimonio. A differenza di Montella lui lo ha messo in vetrina, lo ha gettato nella mischia… e ha avuto ragione.

Ad oggi Patrick Cutrone è il miglior marcatore stagionale rossonero, una bella soddisfazione per un ragazzo al primo anno tra i professionisti.

Il gol partita messo a segno nel derby di Coppa Italia contro l’Inter di certo ha spianato la strada al ragazzo che si è improvvisamente scoperto idolo dei tifosi e prima scelta dell’allenatore.

Neanche lui forse avrebbe mai immaginato una stagione così, ricca di emozioni e di responsabilità. Se le doti tecniche sono sotto gli occhi di tutti e sulle copertine di tutti i giornali, le doti caratteriali sono forse poco valorizzate.

Servono due attributi grandi così per gestire il peso della maglia del Milan in una stagione delicata come quella che sta vivendo la squadra. E lui fortunatamente li ha.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 16-02-2018

Nicolò Olia

X