La Plantasia lancia una collana di libri con l’omaggio di un grammo di cannabis per gli acquirenti. La Mondadori si oppone e non venderà i volumi in questione.

La diatriba sulla Cannabis legale arriva anche nelle librerie. Il merito va a una casa editrice che, come promozione, per l’acquisto di un libro ha deciso di donare agli affezionati clienti un grammo di erba. Quella legale però, con basso contenuto di THC. A portare la questione alla ribalta è stata la Mondadori che si è opposta all’iniziativa rifiutandosi di vendere il volume in questione.

Con i libri della collana “Read&Weeb-Grandi autori in erba” un grammo di cannabis in omaggio

I libri che prevedono un grammo di cannabis legale in omaggio in caso di acquisto sono quelli della collana Read&Weeb-Grandi autori in erba. Il nome dato alla collana è già indicativo e in qualche modo chiarisce gli intenti di sensibilizzare i lettori su un tema reso particolarmente spinoso anche dai contrasti all’interno del governo italiano.

La casa editrice che ha accettato la sfida è la Plantasia, una piccola ma solida realtà nel mondo dell’editoria. Il gruppo aveva chiesto alla Mondadori di distribuire i volumi della propria collana, proposta sonoramente e pubblicamente respinta da Marina Berlusconi.

Mondadori
Fonte foto: https://www.facebook.com/MondadoriLibri

Mondadori, le parole di Marina Berlusconi

Il presidente di Mondadori Marina Berlusconi ha voluto fare il punto sulla questione con una nota ufficiale in cui si scusa per l’iniziativa e annuncia che la sua catena non prenderà parte alla vendita dei volumi, né nei negozi fisici né tanto meno negli store online.

“Sono profondamente dispiaciuta come editore e prima ancora come madre per quanto accaduto relativamente al volume della collana Read&Weed, pubblicato dalla casa editrice Plantasia. Volume che la Mondadori non metterà in vendita nelle librerie con il suo marchio. La promozione della lettura è sempre stato per noi uno degli obiettivi più qualificanti, ma la nostra sensibilità di editori non potrebbe essere più lontana da metodi come quelli utilizzati da Plantasia.


Anniversario della strage di Capaci, Mattarella: La Repubblica si inchina di fronte alle vittime

Palermo, Salvini incontra la professoressa sospesa: Il provvedimento sarà revocato