È simbolo di una città e della sua storia, antica e recente, e attraversarla non è solo una visita turistica. E per una vacanza serena stipulate una polizza sanitaria viaggi.

Tra i monumenti più importanti di Berlino c’è sicuramente la Porta di Brandeburgo. È l’immagine stessa della capitale tedesca e, oltre ad avere una rilevanza artistica, è anche una costruzione ricca di storia. Infatti, è stata per decenni il simbolo della Berlino divisa dal muro. Ovunque andiate fuori dal nostro paese, è comunque bene ricordarsi sempre di attivare una polizza sanitaria viaggi, viaggiate così più sereni e tranquilli.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Simbolo di pace

La Porta di Brandeburgo era un tempo parte della cinta muraria di Berlino. È stata aperta nel 1791, ed è il frutto del progetto di Carl Gotthard Langhans, che s’ispirò all’arte greca. Fu commissionata dal re Federico Guglielmo II di Prussia, e nasce come simbolo di pace. Si trova presso la Pariser Platz, al termine del viale Unter den Linden. È alta 26 metri e, dopo l’abbattimento delle mura cittadine, nella seconda metà dell’Ottocento, ai lati della porta sono state realizzate due costruzioni nello stesso stile architettonico.

Una porta chiusa

Sulla sommità delle Porta di Brandeburgo si trova una quadriga, realizzata da Johann Gottfried Schadow. Fu asportata da Napoleone nel 1807, e portata a Parigi, come bottino di guerra. Con la sconfitta di Waterloo, nel 1814 tornò a Berlino. La Porta è famosa anche perché durante la guerra fredda vi passava accanto il muro che divideva la zona est di Berlino da quella ovest. La Porta di Brandeburgo si trovava nella zona est, e il fatto che una porta fosse chiusa da un muro, l’ha fatta diventare il simbolo di quel periodo buio.

Alla scoperta di Berlino

Intorno alla Porta di Brandeburgo sono dislocati molti dei principali punti d’interesse di Berlino, può quindi essere un perfetto punto di partenza per la visita della città. A pochi passi c’è il Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa, progettato da Peter Eisenman e Buro Happold. È un’area immensa formata da blocchi di cemento di diverse altezze. Camminando nel memoriale si è catturati da un senso di angosciante claustrofobia, un monumento intenso per ricordare e soprattutto per non dimenticare. Vicino alla Porta c’è anche il Reichstag, sede del Parlamento tedesco con la sua immensa cupola trasparente. Altro punto d’interesse è Checkpoint Charlie, simbolo della guerra fredda. Era il posto di blocco che permetteva, a chi ne aveva la possibilità, di passare dalla zona est a quella ovest di Berlino.

Polizza sanitaria viaggi

Quando vi recate all’estero è sempre bene stipulare una polizza sanitaria viaggi. Averla vuol dire godere di una assicurazione sulla salute, per piccoli e grandi problemi. Una assicurazione sanitaria di questo tipo permette di avere una polizza viaggio in grado di garantire tutta la sicurezza e tranquillità necessaria quando ci si sposta, sia per vacanza sia per lavoro.

Quando siete a Berlino, ecco le cinque mete alternative da visitare.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 16-06-2017


Passeggiando a New York sul ponte di Brooklyn

La piazza Rossa di Mosca