E’ ritornata in mare la Lifeline per pattugliare il Mediterraneo. E la ONG tedesca provoca Salvini chiamando la barca Matteo S.

ROMA – La Lifeline ritorna in mare per pattugliare il Mediterraneo. Dopo un periodo di stop, la ONG tedesca ha ricevuto il via libera per monitorare la situazione migranti: “Ci stiamo avvicinando alla zona Sar libica – scrive su Twitterla probabilità di trovare barche in difficoltà diventa più grande, siamo pronti per l’emergenza. Il salvataggio marittimo è un dovere, come affermato nella Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare. Ma l’UE sta criminalizzando i soccorritori e cercando di prevenire il salvataggio in mare con tutti i mezzi. Non lo accettiamo“.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

La Lifeline ritorna in mare con la nave Matteo S.

Ma il ritorno in mare della Lifeline coincide con una provocazione nei confronti di Salvini. Una delle due barche a vela presenti nel Mediterraneo è stata nominata Matteo S.

Una chiara ‘sfida’ da parte della Lifeline che attualmente è nel Mediterraneo per fare attività di monitoraggio. Le due piccole imbarcazioni non hanno le attrezzature necessarie per salvare i migranti in difficoltà ma la ONG ha assicurato il massimo impegno per trarre in salvo i profughi con un nuovo braccio di ferro con l’Italia all’orizzonte.

Lifeline
fonte foto https://twitter.com/yacht_fleet

La Lifeline ritorna nel Mediterraneo. Salvini: “I porti restano chiusi”

Nel giorno del ritorno in mare della Lifeline, Matteo Salvini ribadisce la linea politica italiana: “Per chi vuole entrare nel nostro Paese senza permesso i porti restano chiusi. Chi fugge dalla guerra può e deve arrivare in Italia, senza doversi affidare a trafficanti di esseri umani o a navi pirata“.

Un chiaro messaggio che è rivolto anche alla ONG tedesca che nelle prossime ore arriverà nelle acque libiche per soccorrere un eventuale barcone in difficoltà anche se i mezzi non hanno le attrezzature giuste per farlo.

fonte foto copertina https://twitter.com/yacht_fleet

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 21-06-2019


La Sea Watch attacca: “Italia al confine tra umanità e disumanità”. Salvini: “Trafficano essere umani”

Migranti, naufragio al largo della Libia. Alarm Phone: l’Italia non risponde