Il disegnatore Quino è morto all’età di 88 anni nella ‘sua’ Mendoza. Non sono state rese note le cause del decesso.

MENDOZA (ARGENTINA) – E’ morto all’età di 88 anni il disegnatore Quino. La notizia della scomparsa di uno dei personaggi più conosciuti in tutto il mondo è stata confermata dalla famiglia anche se non si conoscono le cause del decesso.

L’uomo è diventato famoso per aver dato vita al personaggio di Mafalda, la bambina contestatrice e polemica protagonista delle sue strisce. “Lo piangeranno tutti gli uomini buoni – ha detto Daniel Jorge Divinsky, storico editore argentino, citato da La Repubblicain Argentina e nel mondo“.

Chi era Quino

Nato in Argentina nel 1932, Joaquin Salvador ‘Quino’ Lavado sin da piccolo si è avvicinato al mondo del disegno grazie anche ad uno zio che faceva il grafico. Le prime pubblicazioni sono arrivate negli anni ’50 anche se per il grande successo si è dovuto aspettare il decennio dopo con il personaggio Mafalda.

Una bambina che ha permesso al disegnatore di farsi conoscere anche negli altri Continenti. La prima apparizione in Italia è avvenuta nel 1968, in una antologia di Feltrinelli. Una scomparsa che lascia un vuoto incolmabile nel mondo del disegno visto che per anni ha scritto la storia in questo settore.

SH_ambulanza
SH_ambulanza

Quino morto

La morte di Quino è avvenuta nel la giornata di mercoledì 30 settembre 2020 nella sua Mendoza, città che lo ha accolto subito dopo il decesso della moglie. La famiglia non ha comunicato le cause della scomparsa del disegnatore argentino.

Il cordoglio sui social non è mancato con molte persone che nelle prossime settimane andranno a salutare per l’ultima volta l’artista sudamericano. Un lutto che lascia un vuoto incolmabile in questo mondo. Anche se il suo nome resterà per sempre iscritto nella storia del disegno visto che la creazione di Mafalda è conosciuta anche fuori dall’Argentina sin dalla sua nascita.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
cronaca Disegno mafalda quino

ultimo aggiornamento: 30-09-2020


L’allarme di Legambiente: otto città su dieci sono sotto la sufficienza per la qualità dell’aria

Coronavirus, scoperti anticorpi super potenti