Vado Ligure (Savona): ragazza di diciotto anni tenta il suicidio dandosi fuoco nello stesso piazzale in cui si uccise suo padre nel 2013.

Grave tragedia a Vado Ligure, in provincia di Savona, dove una ragazza di diciotto anni si è data fuoco in un piazzale, lo steso posto in cui cinque anni fa si uccise il padre, il quale si tolse la vita nel 2013 dandosi fuoco.

Vado Ligure, ragazza di diciotto anni si dà fuoco in piazza: salvata dal pronto intervento dei soccorritori

La tragedia – fortunatamente sventata – è avvenuta intorno alle 7 del 18 dicembre. La ragazza si è cosparsa di liquido infiammabile e si è data fuoco. Immediato l’intervento da parte dei sanitari del 118 che sono riusciti a soccorrere la giovane salvandole la vita.

La diciottenne è stata condotta e ricoverata all’Ospedale San Martino di Genova. Non sarebbe in pericolo di vita ma ha riportato gravi ustioni su tutto il corpo.

Ambulanza
fonte foto https://www.facebook.com/Primapartenza-Brescia-772460412826349/

Nel 2013 fu il padre a togliersi la vita dandosi fuoco proprio nello stesso posto. Era un imprenditore disperato, chiese aiuto al mentore del MoVimento Cinque Stelle Beppe Grillo

Gli inquirenti indagano sulle cause che hanno spinto la ragazza di diciotto anni a emulare il tragico gesto  del padre che, appena cinque anni fa, si tolse la vita a causa dei problemi economici legati alle condizioni della sua impresa. Prima di togliersi la vita, l’uomo, un imprenditore di 47 anni, provò a contattare il mentore del Movimeneto Cinque Stelle Beppe Grillo andando sotto la sua abitazione seguito dai giornalisti delle maggiori testate italiane.


Finto sito per richiedere il reddito di cittadinanza: 500mila persone lasciano i dati

Milano, un uomo urla e lancia oggetti in strada: è il padre di Belen Rodriguez