La burrascosa giornata di mercoledì ha visto l’addio di Conte all’Inter e di Zidane al Real Madrid. Allegri pronto a rientrare, Simone Inzaghi resta alla Lazio.

Uno scenario già visto nel 2014? Antonio Conte lascia i campioni d’Italia e Massimiliano Allegri rientra in pista prendendo il posto dell’allenatore salentino… Così andò appunto sette anni fa alla Juventus. Ora la situazione potrebbe riguardare l’Inter, fresca vincitrice dello scudetto ma che si è separata in maniera abbastanza imprevista dall’ex ct della Nazionale.

Allegri tra Inter e Juventus

Pertanto, la panchina scudettata è vacante. Di sicuro, non ci andrà Simone Inzaghi, che ha trovato l’intesa con Lotito fino al 2024, restando alla Lazio. E il direttore Beppe Marotta vuole battere sul tempo la sua ex squadra, andando a prendere Allegri, col quale ha lavorato cinque anni in bianconero. Sul piatto, 10 milioni di ingaggio. Il livornese sarebbe tentato di intraprendere la strada per vincere il titolo nazionale con le tre grandi del calcio italiano, stabilendo un primato. Il classe ’67, fermo dal 2019, è inseguito dall’Inter ma piace sempre alla Juventus, dove la posizione di Andrea Pirlo è ancora in bilico. Ieri la Vecchia Signora ha comunicato che Fabio Paratici non sarà più il ds dopo il 30 giugno, scadenza di contratto. Agnelli potrebbe offrire a Allegri maggiori poteri nella gestione tecnica.

Massimiliano Allegri
fonte foto https://twitter.com/juventusfcen

Conte al Real Madrid?

Di Allegri si è detto e scritto anche della pista Real Madrid, dove da poche ore è praticamente ufficiale che Zinedine Zidane non sarà più l’allenatore. Il francese potrebbe andare proprio alla Juventus ma è calda la pista della Nazionale transalpina. E alle merengues? A Perez non dispiace Conte, il quale potrebbe ritornare all’Estero dopo l’esperienza londinese.


Chi è Andrea Pirlo

Il saluto di Conte: “Abbiamo riportato l’Inter dove merita”