Serie A, i risultati di sabato 27 giugno: il resoconto completo

Serie A, la Lazio in rimonta supera la Fiorentina. Poker del Cagliari, pari tra Brescia e Genoa

Serie A, i risultati di sabato 27 giugno 2020. La Lazio replica alla Juventus, il Cagliari dilaga con il Torino. Brescia-Genoa 2-2.

ROMA – Serie A, i risultati di sabato 27 giugno 2020. Nella prima sfida di giornata pari tra Brescia e Genoa. Un punto che non serve a nessuna delle due squadre che restano nelle parti basse della classifica.

Nella partita delle 18 il Cagliari supera 4-2 il Torino al termine di una partita molto intensa. Con questa vittoria i sardi si rilancio in zona Europa mentre i granata restano nella zona a rischio.

Nell’ultimo match di giornata la Lazio batte in rimonta (e tra le polemiche) 2-1 la Fiorentina rimanendo a quattro punti dalla Juventus. Per la Viola resta invariata la distanza dalla zona rossa.

Serie A, i risultati del 27 giugno 2020

Di seguito il resoconto completo delle sfide del 27 giugno 2020, valide per la ventottesima giornata di Serie A. (LA CLASSIFICA E INFO STREAMING)

Brescia-Genoa 2-2
Cagliari-Torino 4-2
Lazio-Fiorentina 2-1

Ciro Immobile
As Roma 02/02/2020 – campionato di calcio serie A / Lazio-Spal / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: esultanza gol Ciro Immobile

Serie A, Lazio-Fiorentina: risultato, tabellino e marcatori

Lazio-Fiorentina 2-1

Marcatori: 25′ Ribery (F), 66′ rig. Immobile (L), 82′ Luis Alberto (L)

Lazio (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Bastos (46′ Radu); Lazzari M. (81′ Marusic), Milinkovic-Savic S., Parolo, Luis Alberto (90’+1 Anderson A.), Jony (81′ Lukaku J.); Caicedo (68′ Correa), Immobile. All. Inzaghi S.

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella Ger., Ceccherini (75′ Venuti); Lirola, Ghezzal, Badelj (84′ Pulgar), Castrovilli, Dalbert (46′ Igor); Cutrone (63′ Vlahovic), Ribery (84′ Sottil). All. Iachini

Arbitro: Sig. Michael Fabbri di Ravenna

Note: Ammoniti: Parolo, Milinkovic-Savic S., Bastos, Radu (L); Dalbert (F). Espulso: al 90’+5 Vlahovic (F) per fallo di reazione. Angoli: 7-1 per la Lazio. Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t.

Prima parte del match molto divertente con diverse occasioni da una parte e dall’altra anche se i due portieri non rischiano nulla. Al 25′ il match si sblocca con la rete di Franck Ribery. Nel finale di tempo la Lazio spinge per trovare il pareggio anche se il punteggio non cambia.

Nella ripresa parte forte la Fiorentina che prima impegna Strakosha e poi colpisce la traversa con Ghezzal. Passano i minuti e la Lazio cresce trovando il pareggio al 66′. Dragowski atterra in area di rigore Caicedo e per Fabbri non ci sono dubbi. Dal dischetto Immobile non sbaglia e partita sull’1-1. La Viola prova a reagire con Ghezzal (palla fuori), ma nel finale sono i biancocelesti a completare la rimonta. Errore in disimpegno di Igor, ne approfitta Luis Alberto che con un tiro basso beffa Dragowski. Finale nervoso all’Olimpico con Vlahovic che lascia in anticipo il match per un fallo di reazione su Patric.

Serie A, poker del Cagliari al Torino

Cagliari-Torino 4-2

Marcatori: 12′ Nandez (C), 17′ Simeone (C), 46′ Nainggolan (C), 60′ Bremer (T), 65′ Belotti (T), 68′ rig. Joao Pedro (C)

Cagliari (3-5-2): Cragno; Walukiewivz, Ceppitelli, Carboni (86′ Cacciatore); Mattiello (59′ Ionita), Nandez, Rog, Nainggolan (59′ Cigarini), Lykogiannis (66′ Pellegrini Lu.); Joao Pedro (87′ Ragatzu), Simeone. All. Zenga

Torino (3-4-3): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; De Silvestri (58′ Ansaldi, Meité, Rincon (74′ Lukic), Ola Aina (74′ Singo); Edera (58′ Verdi), Belotti, Berenguer (80′ Millico). All. Longo

Arbitro: Sig. Maurizio Mariani di Aprilia

Note: Ammoniti: Mattiello, Cigarini, Carboni (C). Angoli: 4-5 per il Torino. Recupero: 6′ p.t.; 5′ s.t.

Subito ritmi molto alti alla Sardegna Arena. Ci prova dopo due minuti De Silvestri con il tacco, palla fuori. La replica del Cagliari arriva con la conclusione dalla distanza di Joao Pedro ma la mira è imprecisa. Il match si sblocca al 12′. Grandissimo gol di Nandez che raccoglie una respinta della difesa avversaria per battere con il destro a volo Sirigu. Non c’è la reazione della squadra di Longo che dopo cinque minuti subisce il secondo gol. Lykogiannis serve Simeone con il Cholito che non deve fare altro che appoggiare la palla in rete. La prima vera conclusione del Torino in porta arriva al 36′ con Belotti, Cragno si salva.

Nella ripresa arriva subito il gol del Cagliari con il sinistro vincente di Radja Nainggolan. Al 60′ il Torino accorcia le distanze. Ansaldi (appena entrato) trova Ola Aina sul secondo palo. Sponda per Bremer che con il destro batte l’incolpevole Cragno. Il Cagliari prova a reagire con Rog (palla alta) ma subisce il secondo gol da Belotti che, sugli sviluppi di un corner, con il destro a volo riapre la sfida. Un’ingenuità di Nkoulou permette al Cagliari di allungare nuovamente. Il difensore ferma fallosamente Pellegrini in area di rigore. Dal dischetto Joao Pedro spiazza Sirigu e firma il 4-2. Non succede nei minuti finali con il Cagliari che porta a casa la seconda vittoria consecutiva e si rilancia in zona Europa. Brutto k.o. per i granata che restano con un margine minimo sulla zona rossa.

Serie A, 2-2 tra Brescia e Genoa

Brescia-Genoa 2-2

Marcatori: 10′ Donnarumma Alf. (B), 13′ Semprini (B), 38′ rig. Iago Falqué (G), 70′ rig. Pinamonti (G)

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Papetti, Mateju, Semprini (67′ Martella); Bjarnason (83′ Romulo), Tonali (83′ Ghezzi), Dessena; Zmrhal (73′ Ayé); Torregrossa (67′ Skrabb), Donnarumma Alf. All. Diego Lopez

Genoa (3-4-1-2): Perin; Romero, Zapata C., Soumaoro (53′ Schone); Biraschi, Sturaro, Behrami (66′ Lerager), Barreca (59′ Ghiglione); Iago Falqué (53′ Pandev); Pinamonti, Destro (59′ Sanabria). All. Nicola

Arbitro: Sig. Massimiliano Irrati di Pistoia

Note: Ammoniti: Mateju, Dessena, Bjarnason, Sabelli (B); Zapata C., Romero, Biraschi (G). Angoli: 1-8 per il Genoa. Recupero: 3′ p.t.; 7′ s.t.

La prima occasione capita sui piedi di Destro. Azione solitaria dell’ex Bologna che incrocia sul secondo palo. Con un guizzo Joronen si salva e manda in angolo. Il match si sblocca al 10′. Il Genoa si fa sorprendere alle spalle da Sabelli. Il terzino trova a rimorchio Donnarumma che batte Perin e porta in vantaggio il Brescia. Passano tre minuti e Sabellino è ancora protagonista sulla destra con Semprini che mette in rete il tiro strozzato di Bjarnason. Dopo il 2-0 i ritmi si abbassano con il Genoa che fatica a reagire. Il Grifone riapre il match al 38′ con un rigore di Iago Falque, assegnato per un fallo (molto dubbio) di Papetti su Romero. Dal dischetto lo spagnolo spiazza Joronen e riaccende la speranza per gli ospiti.

Nella ripresa la prima chiara occasione è per il Genoa con Pinamonti. Il destro del giovane attaccante termina di poco fuori. La squadra di Nicola aumenta il forcing ma le conclusioni di Pandev e Sturaro sono imprecise. Il pareggio arriva al 70′. Ingenuità di Dessena in area di rigore che intercetta la palla con il braccio. Dal dischetto si presenta Pinamonti: Joronen intuisce ma non evita la rete del 2-2. Non succede nulla fino al triplice fischio di Irrati con un punto che non serve a nessuna delle due squadre.

ultimo aggiornamento: 28-06-2020

X