Serie A, i risultati di mercoledì 30 settembre 2020. Vittorie esterne di Inter, Spezia e Atalanta.

ROMA – Serie A, i risultati di mercoledì 30 settembre 2020. Nelle sfide delle 18 l’Inter ne rifila cinque al Benevento e resta a punteggio pieno. Prima vittoria dello Spezia che espugna la Dacia Arena. Nell’ultima partita la Lazio viene sconfitta in casa per 4-1 dall’Atalanta.

Serie A, i risultati di mercoledì 30 settembre 2020

Di seguito i risultati di Serie A di mercoledì 30 settembre 2020, sfide valide per la prima giornata di campionato. (CLASSIFICA e PROBABILI FORMAZIONI)

Benevento-Inter 2-5
Udinese-Spezia 0-2
Lazio-Atalanta 1-4

Serie A

Serie A, Lazio-Atalanta LIVE

Lazio-Atalanta 1-4

Marcatori: 11′ Gosens (A), 33′ Hateboer (A), 42′ Gomez (A), 57′ Caicedo (L), 61′ Gomez

Lazio (3-5-2): Strakossha; Patric, Acerbi, Radu (58′ Bastos); Lazzari M. (71′ Anderson D.), Milinkovic-Savic S. (70′ Akpa Akpro), Lucas Leiva (49′ Cataldi), Luis Alberto (70′ Escalante), Marusic; Caicedo, Immobile. All. Inzaghi S.

Atalanta (3-4-1-2): Sportiello; Toloi, Palomino, Djimsiti (46′ Romero); Hateboer, Pasalic (55′ de Roon), Freuler, Gosens (90′ Mojica); Malinovskyi; Gomez A. (80′ Lammers), Zapata D. (80′ Muriel) All. Gasperini

Arbitro: Sig. Fabio Maresca di Napoli

Note: Ammoniti: Marusic, Lucas Leiva, Cataldi, Acerbi (L); Djimsiti, Hateboer (A). Angoli: 7-3 per la Lazio. Recupero: 1′ p.t.; 3′ s.t.

La prima occasione è per la Lazio. Immobile ci prova, Sportiello risponde presente. Il match si sblocca al 10′. Cross dalla sinistra, la palla arriva a Gosens che realizza con il piatto destro. Il raddoppio arriva al 33′ con Hateboer su cross di Gosens. Il tris arriva nel finale di tempo con Gomez.

Nella ripresa parte bene la Lazio. La prima chance è per Marusic, Sportiello risponde presente. La riapre poco dopo Caicedo che sfrutta un cross per realizzare il 3-1. Ancora padroni di casa pericolosi, Immobile da posizione defilata non inquadra la porta. Al primo tiro in porta l’Atalanta la richiude. Il ‘Papu’ la controlla e poi con il sinistro la mette all’incrocio sul secondo palo. Le ultime due occasioni sono per Caicedo e Muriel, ma il punteggio non cambia. Con questo successo l’Atalanta raggiunge Verona, Napoli, Milan e Inter a quota 6 in classifica.

Serie A, Benevento-Inter 2-5: pokerissimo dell’Inter ai ‘sanniti’

Benevento-Inter 2-5

Marcatori: 1′ Lukaku R. (I), 25′ Gagliardini (I), 29′ Lukaku R. (I), 34′ Caprari (B), 41′ Hakimi (B), 71′ Lautaro Martinez (I), 76′ Caprari (B)

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Maggio (46′ Foulon), Caldirola, Glik, Barba (37′ Letizia); Schiattarella, Dabo (70′ Hetemaj), Ionita; Caprari, Insigne R. (46′ Tuia); Moncini (63′ Lapadula). All. Inzaghi F.

Inter (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Kolarov; Hakimi, Gagliardini (81′ Eriksen), Vidal (52′ Barella), Young (65′ Perisic); Sensi (65′ Brozovic); Lukaku R. (65′ Lautaro Martinez), Sanchez A. All. Conte

Arbitro: Sig. Marco Piccinini di Forlì

Note: Ammoniti: Schiattarella (B). Angoli: 2-2. Recupero: 2′ p.t.; 5′ s.t.

Il match si sblocca subito al Vigorito. Cross di Hakimi e gioco da ragazzi per Lukaku che batte Montipò. Prova a reagire la squadra di Inzaghi anche se Handanovic non rischia nulla. Il raddoppio nerazzurro arriva al 24′. Hakimi trova Young, bravo a servire Gagliardini. Conclusione potente e 2-0 per la squadra ospite. Non si ferma l’Inter che trova il tris con Lukaku su un errore di Montipò. Nel finale di tempo il Benevento prova a riaprirla. Errore in disimpegno dell’Inter, ne approfitta Caprari che trafigge Handanovic. Prima del duplice fischio arriva il poker di Hakimi. Si addormenta Letizia e l’ex Borussia con il destro mette in rete. L’ultima chance della frazione è per Vidal, palla fuori.

La ripresa si apre subito con una chance del Benevento. Conclusione da posizione defilata di Moncini, palla sul palo esterno. Ancora padroni di casa pericolosi, ma Handanovic risponde presente. Dall’altra parte è Gagliardini a mettere i brividi a Montipò. La traversa nega la gioia del gol al centrocampista. Pokerissimo che arriva poco dopo. Sanchez trova Lautaro, l’argentino con il destro batte per la quinta volta il portiere avversario. Accorcia le distanze la squadra di Inzaghi. Azione sulla destra, palla in mezzo per Hetemaj che liscia. La sfera finisce a Caprari che non sbaglia. Dall’altra parte è Perisic ad avere la chance del sesto gol. Il croato, però, non inquadra la porta da due passi. Nel finale un’occasione per parte. Prima Handanovic salva su Lapadula, poi la traversa nega la gioia ad Eriksen. Seconda vittoria per l’Inter che resta a punteggio pieno.

Serie A, Udinese-Spezia 0-2: doppietta di Galabinov alla ‘Dacia Arena’

Udinese-Spezia 0-2

Marcatori: 30′ Galabinov, 94′ Galabinov

Udinese (3-5-2): Musso; Rodrigo Becao, De Maio, Samir; ter Avest, de Paul, Palumbo (56′ Forestieri), Coulibaly, Zeegelaar (63′ Ouwejan); Lasagna, Okaka (63′ Nestorovski). All. Gotti

Spezia (4-3-3): Zoet (63′ Rafael); Ferrer, Chabot, Terzi, Ramos; Deiola (52′ BartolomeI, Ricci M., Maggiore (67′ Pobega); Verde (66′ Farias), Galabinov, Gyasi (67′ Erlic). All. Italiano

Arbitro: Sig. Alessandro Prontera di Lecce

Note: Ammoniti: Ramos, Ferrer, Farias (S). Espulso: al 65′ Terzi (S) per doppia ammonizione. Angoli: 5-1 per l’Udinese. Recupero: 2′ p.t.; 3′ s.t.

Alla prima vera occasione lo Spezia passa in vantaggio. Sugli sviluppi di un corner, la palla arriva sui piedi di Ricci che con il destro batte Musso. Un gol annullato qualche minuto dopo per l’intervento del Var per una posizione di fuorigioco. Dopo il gol succede ben poco alla Dacia Arena se non una buona chance per Okaka, palla fuori. La squadra ligure trova il vantaggio al 30′. Cross di Gyasi per Galabinov che di testa prende in controtempo Musso.

Nella ripresa il match si accende dopo 15 minuti. Prima Rafael si supera su Nestorovski e poi lo Spezia resta in dieci per il doppio giallo a Terzi. Ancora pericolosa la squadra di casa. Azione sulla sinistra, palla a Forestieri. Il destro del giocatore si infrange sul palo a Rafael battuto. Nel finale forcing dell’Udinese che non porta i risultati sperati. E lo Spezia in pieno recupero chiude il match con Galabinov. Disattenzione dell’Udinese che lascia da solo il bulgaro, bravo a non sbagliare davanti a Musso. Prima vittoria storica per lo Spezia mentre l’Udinese rimane fermo a zero.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio calcio news Inter News Serie A sport

ultimo aggiornamento: 01-10-2020


Kimmich ‘regala’ la Supercoppa di Germania al Bayern. Borussia k.o. 3-2

Serie A, rinviata Genoa-Torino. La nuova regola sui casi di coronavirus