Serie A, i risultati di domenica 25 ottobre 2020. Vince il Napoli, pari Juve.

ROMA – Serie A, i risultati di domenica 25 ottobre 2020. In attesa del Monday Night, si completa la quinta giornata di campionato. Nella prima partita il Cagliari, non senza fatiche, supera 4-2 il Crotone.

Nelle sfide delle 15 il Napoli supera il Benevento in rimonta con il risultato di 2-1. Pari tra Parma e Spezia. Nella partita delle 18 la Fiorentina supera 3-2 l’Udinese. Nel posticipo serale 1-1 tra Juventus e Verona.

Serie A, i risultati di domenica 25 ottobre 2020

Di seguito i risultati di Serie A di domenica 25 ottobre 2020, sfide valide per la quinta giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Cagliari-Crotone 4-2
Benevento-Napoli 1-2
Parma-Spezia 2-2
Fiorentina-Udinese 3-2
Juventus-Hellas Verona 1-1

Serie A
Serie A

Juventus-Hellas Verona 1-1: Kulusevski risponde a Favilli

Juventus-Hellas Verona 1-1

Marcatori: 60′ Favilli (V), 78′ Kulusevski (J)

Juventus (3-4-1-2): Szczesny; Danilo, Bonucci (75′ Frabotta), Demiral; Cuadrado, Arthur, Rabiot, Bernardeschi (61′ Kulusevski); Ramsey (90′ Vrioni); Dybala, Morata. All. Pirlo

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Ceccherini (55′ Magnani), Lovato, Empereur; Faraoni, Vieira, Tameze (51′ Ilic), Lazovic; Colley O., Zaccagni; Kalinic (55′ Favilli; 62′ Barak). All. Juric

Arbitro: Sig. Fabrizio Pasqua di Tivoli

Note: Ammoniti: Kulusevski (J); Vieira, Lazovic, Empereur, Faraoni (V). Angoli: 6-3 per la Juventus. Recupero: 0′ p.t.; 5′ s.t.

Parte bene il Verona che crea diversi pericoli dalle parte di Szczesny. La prima parata, però, è di Silvestri su Bernardeschi. Nel finale la Juventus accelera. La conclusione di Cuadrado, però, termina sulla traversa. Al 45′ Morata trova il gol, ma il Var annulla per fuorigioco.

Nella ripresa il Verona trova il vantaggio. Errore di Bernardeschi in uscita, gli ospiti ne approfittano. Zaccagni serve Favilli, che segna il classico gol dell’ex. Al 78′ la Juventus pareggia i conti. Azione personale di Kulusevski. Lo svedese supera diversi avversari e poi batte Silvestri. Dopo il pareggio dominio Juventus. Rabiot e Dybala non inquadrano la porta. In pieno recupero una tripla occasione per i bianconeri. Silvestri risponde presente su Dybala, Morata e Cuadrado. Nuovo stop per la Juventus che non va oltre il pareggio contro il Verona.

Fiorentina-Udinese 3-2: la ‘Viola’ ritrova il successo

Fiorentina-Udinese 3-2

Marcatori: 10′ Castrovilli (F), 21′ Milenkovic (F), 43′ Okaka (U), 52′ Castrovilli (F), 86′ Okaka (U)

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella Ger. (39′ Martinez Quarta), Caceres; Lirola (79′ Venuti), Bonaventura (79′ Pulgar), Amrabat, Castrovilli, Biraghi; Callejon (66′ Cutrone), Vlahovic (66′ Kouamé). All. Iachini

Udinese (3-5-2): Nicolas; Rodrigo Becao, De Maio, Samir (82′ Bonifazi); Molina N., de Paul, Arslan (54′ Walace), Pereyra R. (82′ Forestieri), Ouwejan (55′ Pussetto); Lasagna (70′ Deulofeu), Okaka. All. Gotti

Arbitro: Sig. Francesco Forneau di Roma 1

Note: Ammoniti: Castrovilli (F); Arslan, Pussetto, Becao (U). Angoli: 2-7 per l’Udinese. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

La Fiorentina passa in vantaggio al 10′. Cross di Bonaventura, dall’altra parte Biraghi trova in area Castrovilli, che con il sinistro batte Nicolas. La reazione dell’Udinese arriva con Lasagna. Il capitano bianconero, però, non riesce a sfruttare un’uscita sbagliata di Dragowski. Al 21′ arriva il raddoppio della Viola. Castrovilli serve Milenkovic. Per il serbo è un gioco da ragazzi realizzare il 2-0. La reazione della squadra ospita arriva con Lasagna. L’attaccante si fa ipnotizzare da Dragowski. Sul finire del primo tempo l’Udinese la riapre. Il cross deviato di de Paul finisce sulla terza di Okaka. Per l’ex Roma è un gioco da ragazzi mettere la palla in rete.

Ad inizio ripresa la Fiorentina trova il tris. Biraghi in qualche modo riesce a servire Castrovilli. Destro a giro e battuto Nicolas. Reagisce l’Udinese, Dragowski risponde presente su Okaka. Poco dopo Pereyra non inquadra la porta. Nel finale l’Udinese riapre la sfida. Pennellata di Forestieri e colpo di testa vincente di Okaka. Negli ultimi minuti la Fiorentina difende il 3-2 e ritrova il successo.

Benevento-Napoli 1-2: vittoria in rimonta dei partenopei

Benevento-Napoli 1-2

Marcatori: 30′ Insigne R. (B), 60′ Insigne L. (N), 67′ Petagna (N)

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Letizia, Glik, Caldirola, Foulon (64′ Maggio); Dabo (64′ Improta), Schiattarella, Ionita; Insigne R. (77′ Di Serio), Caprari (53′ Tuia); Lapadula (64′ Sau). All. Inzaghi F.

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz (88′ Lobotka), Bakayoko (74′ Demme); Lozano (58′ Lozano), Mertens (58′ Petagna), Insigne L. (88′ Ghoulam); Osimhen. All. Gattuso

Arbitro: Sig. Daniele Doveri di Roma 1

Note: Ammoniti: Caprari, Foulon, Glik (B); Politano (N). Angoli: 3-15 per il Napoli. Recupero: 1′ p.t.; 6′ s.t.

Parte bene il Napoli che trova il gol con Osimhen, annullato per fuorigioco. Reagisce il Benevento con Insigne, palla di poco fuori. Proprio il fratello di Lorenzo porta in avanti i sanniti. Controllo e sinistro che trafigge Meret. Reagisce subito il Napoli, la traversa ferma Manolas.

Nella ripresa è dominio azzurro con il Var che annulla il pareggio a Insigne. Poco dopo Osimhen è impreciso. 1-1 che arriva al 60′. Schema perfetto da calcio d’angolo e gol di Insigne. Partita ribaltata in sette minuti. Cross di Politano, destro potente di Petagna e Montipò battuto. La rete spegne il Benevento. E Politano va due volte vicino al tris, la seconda ha colpito il palo. Vittoria in rimonta per i partenopei che rimangono in corsa per il titolo.

Parma-Spezia 2-2: Kucka agguanta il pareggio nel finale

Parma-Spezia 2-2

Marcatori: 28′ Chabot (S), 31′ Agudelo (S), 34′ Gagliolo (P), 90’+3 rig. Kucka (P)

Parma (4-3-1-2): Sepe; Grassi, Iacoponi, Gagliolo, Pezzella Giu.; Hernani (53′ Karamoh), Brugman (53′ Cyprien), Kurtic (79′ Sohm); Kucka; Gervinho, Cornelius. All. Liverani

Spezia (4-3-3): Provedel; Sala J. (55′ Ferrer), Terzi, Chabot, Bastoni S. (63′ Dell’Orco); Bartolomei, Agoumé, Pobega (55′ Estevez); Agudelo (63′ Verde), Nzola (83′ Piccoli), Gyasi. All. Italiano

Arbitro: Sig. Valerio Marini di Roma 1

Note: Ammoniti: Grassi, Hernani, Sohm (P); Pobega, Ferrer (S). Angoli: 12-3 per il Parma. Recupero: 0′ p.t.; 4′ s.t.

La prima occasione è di Gervinho, palla di poco fuori. Reagisce lo Spezia con Nzola, Sepe si salva in qualche modo. Sugli sviluppi del corner trova il vantaggio lo Spezia. Colpo di testa imperioso di Chabot. Pochi minuti e arriva il raddoppio. Nzola trova Agudelo, palla in rete. Immediata la replica del Parma. Gagliolo mette in gol una corta respinta di Provedel.

Nella ripresa subito palo per lo Spezia. La reazione del Parma arriva al 62′, quando Gagliolo da due passi non inquadra la porta. Il finale di frazione è molto vivo. Dell’Orco, Agoumé e Verde (legno colpito dagli ultimi due) creano pericoli , ma il risultato non cambia. Immediata la replica del Parma che crea diverse occasioni con Karamoh, Cyprien e Kucka. Il pareggio arriva in pieno recupero. Terzi atterra in area di rigore Cornelius. Dal dischetto si presenta Kucka: palla da una parte e portiere dall’altra. Un punto che sembra essere soprattutto agli ospiti.

Cagliari-Crotone 4-2: seconda vittoria consecutiva dei sardi

Cagliari-Crotone 4-2

Marcatori: 21′ Messias (Cr), 25′ Lykogiannis (Ca), 42′ Molina S. (Cr), 45′ Sottil (Ca), 84′ Joao Pedro (Ca)

Cagliari (4-3-3): Cragno; Zappa (88′ Faragò), Walukiewicz, Godin, Lykogiannis (81′ Klavan); Rog, Marin (88′ Oliva), Nandez; Sottil (74′ Ounas), Simeone (81′ Pavoletti), Joao Pedro. All. Di Francesco

Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan, Golemic, Luperto; Pereira (77′ Crociata), Molina S. (61′ Vulic), Cigarini, Benali, Reca (61′ Rispoli); Messias, Simy (89′ Rviere). All. Stroppa

Arbitro: Sig. Antonio Di Martino di Teramo

Note: Ammoniti: Marin, Lykogiannis (Ca); Magallan, Benali (Cr). Espulso: al 49′ Cigarini (C) per doppia ammonizione. Angoli: 5-1. Recupero: 0′ p.t.; 4′ s.t.

Parte bene il Cagliari anche se i primi tiri in porta sono del Crotone. Benali e Messias impegnano Cragno. I calabresi passano in vantaggio al 21′. Cross di Reca e mancino di Messias per l’1-0. Immediata la reazione del Cagliari che trova il pareggio con una punizione battuta da Lykogiannis. Il Cagliari trova il vantaggio dopo la mezz’ora. Palla filtrante di Joao Pedro per Simeone che non sbaglia. Poco prima dell’intervallo succede di tutto. Prima Molina pareggia con il mancino dalla distanza e poi Sottil realizza il 3-2.

Nella ripresa il Crotone resta subito in dieci per il doppio giallo a Cigarini. In superiorità numerica i sardi gestiscono il match, andando vicini al gol con Simeone e Nandez. Dall’altra parte i calabresi ci provano con Rispoli, palla sull’esterno della rete. L’occasione del pareggio capita sui piedi di Simy. Il nigeriano da due passi colpisce Cragno. Il poker arriva all’84’. Sugli sviluppi di un corner Joao Pedro mette in rete una respinta di Cordaz. Seconda vittoria per il Cagliari che si toglie fuori dalla zona calda. Calabresi sempre ultimi.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio calcio news Juventus News Serie A sport

ultimo aggiornamento: 26-10-2020


Luca Toni rapinato in casa. L’ex attaccante: “Sono stati brutti momenti”

Alla scoperta dell’Ajax, la squadra olandese nel girone dell’Atalanta