Serie A, i risultati di domenica 7 marzo 2021. Vittorie importanti per Milan, Napoli e Roma.

ROMA – Serie A, i risultati di domenica 7 marzo 2021. Giornata aperta dal successo per 1-0 della Roma sul Genoa: decide un colpo di testa di Mancini. Nelle sfide delle 15 il Milan vince a Verona per 2-0 e il Crotone batte 4-2 il Torino. 3-3 tra Fiorentina e Parma. Nella partita delle 18 2-2 tra Sampdoria e Cagliari. Nel posticipo vittoria per 3-1 del Napoli contro il Bologna.

Serie A, i risultati di domenica 7 marzo

Di seguito i risultati di Serie A di domenica 7 marzo 2021, sfide valide per la ventiseiesima giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Roma-Genoa 1-0
Crotone-Torino 3-2
Fiorentina-Parma 2-2
Verona-Milan 0-2
Sampdoria-Cagliari 2-2
Napoli-Bologna 3-1

Pallone Serie A
Pallone Serie A

Serie A, Napoli-Bologna 3-1: doppietta per Insigne

Napoli-Bologna 3-1

Marcatori: 8′ Insigne L. (N), 65′ Osimhen (N), 73′ Soriano (B), 76′ Insigne L. (N)

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Ghoulam (22′ Hysaj); Fabian Ruiz, Demme; Politano, Zielinski (79′ Elmas), Insigne L. (79′ Mario Rui); Mertens (53′ Osimhen). All. Gattuso

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Soumaoro, Danilo, Mbaye (76′ Vignato); Poli (57′ Dominguez N.), Svanberg (76′ Medel); Skov Olsen (76′ Orsolini), Soriano, Sansone N. (65′ Barrow); Palacio . All. Mihajlovic

Arbitro: Sig. Daniele Chiffi di Padova

Note: Ammoniti: Koulibaly, Mario Rui (N). Angoli: 6-3 per il Napoli. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

Il match si sblocca dopo 8 minuti. Zielinski inventa e Insigne trafigge Skorupski. Reagisce il Bologna, la conclusione di Skov Olsen viene fermata dal palo. Prima dell’intervallo Skorupski si oppone ad una conclusione di Insigne e Ospina a Palacio.

Nella ripresa il Napoli trova il raddoppio con Osimhen. Il giocatore nigeriano controlla la sfera, batte Danilo in velocità e trafigge Skorupski. Il Bologna rientra in partita al 73′. Demme perde palla, Palacio trova Skov Olsen. Il danese serve a rimorchio Soriano che non sbaglia. Immediata la reazione del Napoli. Insigne ruba palla a De Silvestri e con il destro batte Skorupski. Nel finale di tempo ci provano Politano e Barrow, ma il punteggio non cambia. Una vittoria importante per il Napoli che rimane in corsa per l’Europa.

Serie A, Sampdoria-Cagliari 2-2: Nainggolan pareggia all’ultimo istante

Sampdoria-Cagliari 2-2

Marcatori: 11′ Joao Pedro (C), 78′ Bereszynski (S), 80′ Gabbiadini (S), 90’+6 Nainggolan (C)

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Ferrari A., Colley, Augello (46′ Ramirez G.); Candreva (88′ Yoshida), Adrien Silva, Ekdal (63′ Thorsby), Jankto; Keita B. (63′ Gabbiadini), Quagliarella (88′ Damsgaard). All. Ranieri

Cagliari (3-5-2): Cragno; Rugani (86′ CalabresI), Godin, Ceppitelli; Nandez, Marin (86′ Pereiro G.), Nainggolan, Duncan, Lykogiannis; Joao Pedro (75′ Simeone), Pavoletti. All. Semplici

Arbitro: Sig. Piero Giacomelli di Trieste

Note: Ammoniti: Colley O., Yoshida, Gabbiadini, Thorsby (S); Godin, Pavoletti, Lykogiannis (C). Angoli: 3-5 per il Cagliari. Recupero: 1′ p.t.; 6′ s.t.

Il Cagliari trova il vantaggio al primo vero tiro in porta. Audero salva su Joao Pedro, ma non può far nulla sulla respinta. Non succede più nulla fino al duplice fischio.

Nella ripresa il primo a provarci è Ramirez, palla troppo centrale. Dall’altra parte la conclusione di Nainggolan ha lo stesso esito. La Samp aumenta il forcing e va vicino al pareggio con lo stesso Ramirez e Thorsby. Il pareggio arriva al 78′. Ramirez inventa e Bereszynski con il destro fredda Cragno. Reagisce il Cagliari che prima va vicina al pareggio con Nandez e poi trova il 2-2 all’ultimo respiro con la conclusione di Nainggolan. Un punto che consente ai sardi di avvicinare la salvezza.

Serie A, Hellas Verona-Milan 0-2: vincono i rossoneri

Hellas Verona-Milan 0-2

Marcatori: 27′ Krunic, 50′ Dalot

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Ceccherini, Gunter (57′ Dimarco), Magnani; Faraoni, Tameze, Miguel Veloso (58′ Ilic), Lazovic; Barak (54′ Bessa), Zaccagni (54′ Salcedo E.); Lasagna (74′ Favilli). All. Juric

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Calabria, Tomori, Romagnoli A., Diogo Dalot; Meité, Kessié; Saelemaekers, Krunic, Castillejo; Rafael Leao. All. Pioli

Arbitro: Daniele Orsato di Schio

Note: Ammoniti: Magnani, Bessa (V). Angoli: 8-1 per il Verona. Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t.

La prima occasione è per il Milan. Leao da buona posizione, però, non inquadra la porta. Il match si sblocca al 27′. Punizione di Krunic che batte un Silvestri non perfetto. Non succede più nulla fino al duplice fischio.

Ad inizio ripresa subito Milan in gol. Dalot, dopo una bella azione, trova il raddoppio. Dopo il gol il Verona prova a spingere per riaprire la sfida, ma il Milan si difende con ordine. L’unica occasione capita sulla testa di Faraoni, Krunic salva sulla linea. Una vittoria fondamentale per il Milan in chiave primo posto. Passano due minuti e la Sampdoria completa la rimonta. Mancino di Gabbiadini e Cragno ancora battuto.

Serie A, Fiorentina-Parma 3-3: la Viola pareggia nel recupero

Fiorentina-Parma 3-3

Marcatori: 28′ Martinez Quarta (F), 32′ Kucka (P), 42′ Milenkovic (F), 72′ Kurtic (P), 90′ Mihaila (P), 90’+4 aut. Iacoponi (F)

Fiorentina (3-5-1-1): Dragowski; Milenkovic, Pezzella Ger.; Martinez Quarta; Malcuit, Amrabat (70′ Amrabat), Pulgar, Borja Valero (77′ Callejon), Biraghi; Eysseric; Vlahovic. All. Prandelli

Parma (4-3-3): Sepe; Laurini, Iacoponi, Bani (88′ Gagliolo), Pezzella Giu.; Hernani (46′ Mihaila), Burgman, Kurtic; Karamoh (63′ Man), Kucka (88′ Inglese), Gervinho (63′ Gervinho). All. D’Aversa

Arbitro: Sig. Rosario Abisso di Palermo

Note: Ammoniti: Kucka, Pezzella Giu., Bani (P). Angoli: 3-3. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

Il match si sblocca al primo vero tiro in porta. Colpo di testa perfetto di Martinez. Quarta. Immediata la replica del Parma. Pulgar colpisce con la mano in area di rigore. Dal dischetto Kucka non sbaglia. Occasioni per Gervinho e Bani prima del tap-in vincente di Milenkovic su errore di Sepe.

Nella ripresa spinge il Parma che crea subito un’occasione con Brugman. Il pareggio arriva al 72′. Cross di Mihaila e tap-in vincente di Kurtic. Ancora ospiti pericolosi con Man. Nel finale il match si accende. Prima Pulgar colpisce la traversa, poi Mihaila la ribalta su assist di Inglese. Ma in pieno recupero Iacoponi manda la palla nella propria porta per un 3-3 clamoroso. Un punto che sembra essere più utile ai padroni di casa per come si era messa la partita.

Serie A, Crotone-Torino 4-2: prima vittoria per Cosmi

Crotone-Torino 4-2

Marcatori: 27′ rig. Simy (C), 45′ Mandragora (T), 54′ Simy (C), 80′ Reca (C), 84′ Sanabria (T), 90’+4 Ounas (C)

Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan, Golemic, Luperto; Pedro Pereira, Messias, Petriccione (82′ Zanellato), Molina S., Reca; Simy (75′ Di Carmine), Ounas. All. Cosmi

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Lyanco, Rodriguez R.; Vojvoda (65′ Vojvoda), Lukic (77′ Gojak), Mandragora, Rincon, Ansaldi; Zaza (66′ Sanabria), Bonazzoli F. All. Nicola

Arbitro: Sig. Marco Guida di Castellammare di Stabia

Note: Ammoniti: Petriccione, Cordaz, Zanellato, Ounas (C); Mandragora (T). Espulso: al 90’+3 Rincon (T) per doppia amonizione. Angoli: 8-8. Recupero: 0′ p.t.; 5′ s.t.

La prima occasione è per il Torino. Su punizione, però, Rodriguez non inquadra la porta. Il match si sblocca al 27′. Ansaldi salta in maniera scomposta colpendo la palla con il braccio. Dal dischetto Simy che spiazza Sirigu. Reagisce il Torino che ha subito una chance con Izzo, palla fuori. Dall’altra parte ci provano Molina e Ounas. Ancora granata pericolosi con Ansaldi e Lyanco prima del pareggio di Mandragora. Tap-in vincente dell’ex del match su cross di Ansaldi.

Nella ripresa subito pericoloso il Torino con una conclusione di Bonazzoli, palla sulla traversa. Reagisce subito la squadra di casa. Prima il palo e poi Sirigu salvano su Petriccione e Messias. Il portiere granata, però, non può far nulla sul tap-in di Simy. Dopo il vantaggio, il Crotone va vicino al tris con un colpo di testa di Magallan, palla sul palo. Poco dopo ci prova Ounas, Lyanco si immola e salva. Prova a reagire il Torino con Gojak, ma è la squadra calabrese a trovare la rete. Reca raccoglie un tocco di Ounas e con il mancino fredda Sirigu. La riapre subito il Torino. Conclusione dalla distanza di Sanabria e palla in rete. Ancora ospiti pericolosi, ma Cordaz e la traversa salvano sulla conclusione di Gojak. Nel finale nervosismo in campo. Il Torino resta in dieci per doppio giallo a Rincon. Il Crotone ne approfitta e la chiude con un tiro a giro di Ounas. Vittoria fondamentale per il Crotone in chiave salvezza. Primo k.o. per gli uomini di Nicola.

Serie A, Roma-Genoa 1-0: decide Mancini

Roma-Genoa 1-0

Marcatori: 24′ Mancini

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Smalling; Karsdorp, Pellegrini Lo., Diawara (60′ Villar), Bruno Peres (87′ Spinazzola); El Shaarawy (59′ Mkhitaryan), Pedro (75′ Carles Perez); Borja Mayoral (87′ Fazio). All. Fonseca

Genoa (3-5-2): Marchetti; Masiello A., Radovanovic, Criscito; Ghiglione (46′ Cassata), Zajc (78′ Melegoni), Badelj, Strootman (77′ Scamacca), Zappacosta; Pjaca (46′ Shomurodov), Destro. All. Ballardini

Arbitro: Sig. Michael Fabbri di Ravenna

Note: Ammoniti: Mancini, Smalling (R); Masiello A., Destro, Strootman, Criscito (G). Angoli: 7-1. Recupero: 0′ p.t.; 5′ s.t.

Il match si sblocca al primo tiro in porta. Cross di Pellegrini e colpo di testa preciso di Mancini. Poco dopo ancora padroni di casa pericolosi, Marchetti attento su Pedro. Non succede più nulla fino al duplice fischio.

Anche nella ripresa i ritmi sono molto bassi. La prima chance è sempre per la Roma, ma il palo ferma Villar. Ci prova il Genoa con Scamacca, Pau Lopez attento. Non succede più nulla fino al triplice fischio. Un colpo di testa di Mancini regala la seconda vittoria consecutiva alla squadra di Fonseca.

TAG:
calcio news milan

ultimo aggiornamento: 07-03-2021


Inter-Atalanta, Conte: “Le mie squadre giocano sempre per vincere”

Barcellona, Laporta nuovo presidente del club catalano