Serie A, i risultati di domenica 8 novembre. Pari per Juventus, Inter e Milan. Vincono Roma e Napoli.

ROMA – Serie A,i risultati di domenica 8 novembre. Nella prima sfida di giornata la Juventus si fa raggiungere nel finale dalla Lazio. Nelle sfide delle 15 l’unica a vincere è la Roma in casa del Genoa. 1-1 tra Atalanta e Inter e reti bianche tra Torino e Crotone.

Nella sfida delle 18 il Napoli vince a Bologna. 2-2 tra Milan e Verona nel posticipo serale.

Serie A, i risultati di domenica 8 novembre

Di seguito i risultati di Serie A di domenica 8 novembre, sfide valide per la settima giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Lazio-Juventus 1-1
Atalanta-Inter 1-1
Genoa-Roma 1-3
Torino-Crotone 0-0
Bologna-Napoli 0-1
Milan-Hellas Verona 2-2

Serie A, Milan- Hellas Verona 2-2: Ibra salva il Milan

Milan-Hellas Verona 2-2

Marcatori: 6′ Barak (V), 19′ aut. Calabria (V), 27′ aut. Magnani (M), 93′ Calabria (M)

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Calabria, Kjaer, Gabbia, Hernandez T.; Kessié, Bennacer; Saelemaekers (46′ Rebic), Calhanoglu (87′ Hauge), Rafael Leao (78′ Brahim Diaz); Ibrahimovic. All. Pioli

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Ceccherini, Lovato, Magnani (73′ Cetin); Lazovic, Dawidowicz (63′ Tameze), Ilic (69′ Udogie), Dimarco; Barak, Zaccagni; Kalinic (63′ Colley E.). All. Juric

Arbitro: Sig. Marco Guida di Torre Annunziata

Note: al 65′ Ibrahimovic (M) calcia alto il rigore. Ammoniti: Bennacer (M); Ceccherini, Lovato, Juric, Tameze (V). Angoli: 14-1 per il Milan. Recupero: 0′ p.t.; 6′ s.t.

Parte bene il Verona, anche se è il Milan a farsi vedere dalle parti di Silvestri con Ibrahimovic, palla fuori. Dall’altra parte Zaccagni inventa e Donnarumma salva su Kalinic. Sugli sviluppi del corner, la traversa nega la gioia del gol a Ceccherini. Il più lesto è Barak che ribadisce la sfera in rete. Prova a reagire la squadra di Pioli, Silvestri risponde presente su Saelemaekers. Al 19′ il Verona raddoppia. Conclusione dalla distanza di Zaccagni e deviazione decisiva di Calabria. Il Milan la riapre al 27′. Saelemakers la mette in mezzo, Kessie la sfiora e Magnani la mette nella sua porta. Ancora rossoneri pericolosi con Theo Hernandez, si salva Silvestre.

Nella ripresa subito una chance per il Verona, Dimarco da buona posizione non inquadra la porta. Reagisce il Milan, Silvestre si salva su Theo Hernandez. Sugli sviluppi del corner Lovato commette fallo in area di rigore. Dal dischetto si presenta Ibrahimovic che calcia alto. I rossoneri provano a stringere i tempi, ma la traversa e Silvestri fermano ancora una volta Ibrahimovic. Al 90′ il Milan aveva trovato il gol con Calabria. Pareggio annullato dal Var per un tocco con il braccio di Ibrahimovic. All’ultimo assalto, però, il Milan trova il pareggio. Ibrahimovic di testa batte Silvestri su cross di Brahim Diaz. Al triplice fischio è pareggio. Un punto che consente ai rossoneri di mantenere invariato il distacco sulle inseguitrici.

Serie A, Bologna-Napoli 0-1: al ‘Dall’Ara’ decide Osimhen

Bologna-Napoli 0-1

Marcatori: 23′ Osimhen

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo L., Tomiyasu, Denswil (70′ Vignato); Schouten, Dominguez N. (62′ Schouten); Orsolini, Soriano, Barrow; Palacio. All. Mihajlovic

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; Fabian Ruiz, Bakayoko; Lozano (75′ Politano), Mertens (75′ Zielinski), Insigne L. (82′ Elmas); Osimhen (83′ Petagna). All. Gattuso

Arbitro: Sig. Fabrizio Pasqua di Tivoli

Note: Ammoniti: Dominguez N., Danilo L., Schouten (B). Angoli: 4-7 per il Napoli. Recupero: 0′ p.t.; 5′ s.t.

Parte bene il Napoli. Diverse le occasioni prima del vantaggio firmato da Osimhen. Colpo di testa vincente su cross di Lozano. Poco da segnalare fino al duplice fischio.

Ad inizio ripresa il Napoli trova il raddoppio. De Silvestri sbaglia il controllo e Koulibaly firma il 2-0. Gol annullato dal Var per un tocco con il braccio di Osimhen. Dopo questo episodio, il Napoli prova a controllare il match anche se nel finale rischia qualcosa. E’ decisivo Ospina su Orsolini e Palacio. Una vittoria che consente agli Azzurri di rimanere nelle prime tre posizioni. Bologna fermo a quota 6.

Serie A, Atalanta-Inter 1-1: Miranchuk risponde a Lautaro

Atalanta-Inter 1-1

Marcatori: 58′ Lautaro Martinez (I), 79′ Miranchuk Al. (A)

Atalanta (3-4-1-2): Sportiello; Toloi, Romero, Djimsiti; Hateboer, Pasalic (59′ Pessina), Freuler, Ruggeri (90′ Mojica); Malinovskyi (59′ Miranchuk); Gomez A., Zapata D. (74′ Lammers) All. Gasperini

Inter (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni A.; Darmian (82′ D’Ambrosio), Brozovic, Vidal (68′ Gagliardini), Young (82′ Hakimi); Barella; Sanchez A. (73′ Perisic), Lautaro Martinez (73′ Lukaku R.). All. Conte

Arbitro: Sig. Daniele Doveri di Roma 1

Note: Ammoniti: Djimsiti (A); Lautaro Martinez, de Vrij, Vidal (I). Angoli: 2-5 per l’Inter. Recupero: 0′ p.t.; 3′ s.t.

Pochissime emozioni al Gewiss Stadium. Da segnalare solo una conclusione di Vidal che termina di poco fuori.

Nei primi minuti della ripresa Lautaro trova il vantaggio. Cross dalla destra di Young e l’argentino la gira di testa e sblocca il match. Ancora nerazzurri pericolosi poco dopo con Vidal e Barella, attento Sportiello. All’improvviso arriva il pareggio dell’Atalanta. Invenzione di Miranchuk e Handanovic battuto. Ci prova ancora la squadra di Gasperini, Muriel non inquadra la porta. Termina 1-1 il big match del Gewiss Stadium.

Serie A, Genoa-Roma 1-3: tripletta di Mkhitaryan

Genoa-Roma 1-3

Marcatori: 45’+2 Mkhitaryan (R), 50′ Pjaca (G), 66′ Mkhitaryan (R), 84′ Mkhitaryan (R)

Genoa (4-3-2-1): Perin; Biraschi, Masiello (69′ Ghiglione), Bani, Criscito; Lerager (80′ Badelj), Radovanovic (69′ Pellegrini Lu.), Rovella; Pjaca (61′ Pandev), Zajc (80′ Destro); Scamacca. All. Maran

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Pellegrini Lo. (87′ Villar), Veretout, Spinazzola (15′ Bruno Peres); Pedro, Mkhitaryan; Borja Mayoral (60′ Cristante). All. Fonseca

Arbitro: Sig. Massimiliano Irrati di Pistoia

Note: Ammonito: Zajc (G). Angoli: 2-8 per la Roma. Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t.

Partita divertente a Marassi. Diverse occasioni da una parte e dall’altra. La più clamorosa è per Mkhitaryan, Perin si salva con l’aiuto della traversa. All’ultimo secondo la Roma trova il vantaggio proprio con l’armeno. Colpo di testa sugli sviluppi di un corner e palla in rete.

Ad inizio ripresa il Genoa trova subito il pareggio. Verticalizzazione di Scamacca per Pjaca, l’ex Juventus davanti a Pau Lopez non sbaglia. Reagisce la Roma che trova il vantaggio al 66′. Lancio in profondità per Bruno Peres. Il brasiliano serve Mkhitaryan. Per l’armeno è un gioco da ragazzi firmare l’1-2. Non c’è la reazione del Genoa e la Roma ne approfitta. Prima Cristante è impreciso e poi Mkhitaryan, servito da Pedro, chiude i giochi. Negli ultimi minuti ci ha provato Destro, ma il risultato non cambia. Vittoria che fa salire la Roma al terzo posto in classifica.

Serie A, Torino-Crotone 0-0: reti bianche all’Olimpico

Torino-Crotone 0-0

Marcatori:

Torino (4-3-1-2): Sirigu; Vojvoda (66′ Singo), Lyanco, Bremer, Rodriguez R. (66′ Murru); Meité (80′ Gojak), Rincon, Linetty (88′ Ansaldi); Lukic; Verdi (80′ Bonazzoli F.), Belotti. All. Giampaolo

Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan, Marrone, Luperto; Pedro Pereira (84′ Rispoli), Benali, Cigarini (66′ Petriccione), Vulic (84′ Siligardi; 89′ Cuomo), Reca; Messias, Simy. All. Stroppa

Arbitro: Sig. Francesco Forneau di Roma 1

Note: Ammoniti: Verdi, Belotti (T); Vulic (C). All’88’ Luperto (C) per doppia ammonizione. Angoli: 6-3 per il Torino. Recupero: 2′ p.t.; 4′ s.t.

L’unico tiro in porta all’Olimpico è arrivato nel finale. Ci prova dalla distanza Pedro Pereira, Sirigu si rifugia in angolo.

Anche nella ripresa poche emozioni. Nel finale si accende la sfida. Doppia chance non sfruttata da Messias. Dall’altra parte un cross di Gojak poteva beffare Cordaz, palla sul palo e poi la difesa calabrese si salva in qualche modo. Negli ultimi minuti il Torino prova a spingere sull’acceleratore approfittando dell’espulsione di Luperto, ma Magallan salva tutto sulla conclusione di Bonazzoli. Un punto che fa salire i calabresi a quota 2 e i granata a 5.

Serie A, Lazio-Juventus 1-1: Caicedo risponde a Cristiano Ronaldo

Lazio-Juventus 1-1

Marcatori: 15′ Cristiano Ronaldo, 90’+4 Caicedo (L)

Lazio (3-5-2): Reina; Luiz Felipe, Acerbi, Radu (53′ Radu); Marusic, Milinkovic-Savic S., Cataldi (77′ Akpa Akpro), Luis Alberto (77′ Pereira A., Fares (54′ Lazzari M.); Correa, Muriqi (54′ Caicedo). All. Inzaghi S.

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, Demiral, Bonucci, Danilo; Kulusevski (76′ McKennie), Bentancur, Rabiot, Frabotta; Cristiano Ronaldo (76′ Bernardeschi), Morata (88′ Dybala). All. Pirlo

Arbitro: Sig. Davide Massa di Imperia

Note: Ammoniti: Cataldi, Akpa Akpro (L); Bentancur, Cuadrado (J). Angoli: 4-2 per la Lazio. Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t.

Primo quarto d’ora senza particolari emozioni se non le conclusioni di Rabiot e Ronaldo che non creano problemi a Reina. Il match si sblocca proprio al 15′. Cuadrado trova in area Cristiano Ronaldo. Per il portoghese è un gioco da ragazzi mettere la palla in rete. Prova a reagire la Lazio, ma sono ancora i bianconeri a rendersi pericolosi sempre con CR7. Prima il palo e poi Reina negano la gioia della doppietta.

Nella ripresa ancora la squadra ospite pericolosa. Reina si oppone a Rabiot. La stanchezza inizia a prevalere con le occasioni che latitano. Da segnalare solo un colpo di testa di Marusic parato da Szczesny. Il pareggio, a sorpresa, arriva all’ultimo secondo. Correa supera i diretti avversari, palla per Caicedo che in girata batte Szczesny e regala il punto ai biancocelesti.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio calcio news Inter Juventus milan News Serie A sport

ultimo aggiornamento: 09-11-2020


Da Hamilton alla Rapinoe , il mondo dello sport esulta per la vittoria di Joe Biden

Brutto incidente per Samuel Eto’o, l’ex Inter ricoverato in ospedale