Serie A 2020-2021, i risultati delle partite del 6 novembre: in campo Spezia-Torino, Juventus-Fiorentina e Cagliari-Atalanta.

Dopo la sfida tra Empoli e Genoa, la dodicesima giornata di Serie A prosegue con Spezia-Torino, Juventus-Fiorentina e Cagliari Atalanta: il primo dei risultati a sorpresa è quello dello Spezia che batte il Torino e prova ad uscire dai bassifondi della classifica.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Serie A, i risultati del 6 novembre

Spezia-Torino 1-0
Juventus-Fiorentina 1-0
Cagliari-Atalanta 1-2

Serie A
Serie A

Juventus-Fiorentina, i bianconeri vincono con un gol di Cuadrado al 91′

JUVENTUS-FIORENTINA 1-0

Marcatori: 91′ Cuadrado

Per la Juventus l’unico risultato utile contro la Fiorentina è la vittoria. Un altro passo falso comprometterebbe la rincorsa dei bianconeri che vedono all’orizzonte il quarto posto ma sanno di non poter più sbagliare. La Champions League regala certezze e morale agli uomini di Allegri, che a Torino affrontano una squadra ostica, in grado di esprime un buon calcio e guidata da un Vlahovic che sta vivendo un momento di forma straordinario.

La Juve parte forte e al nono minuto si fa vedere in avanti con Paulo Dybala che riceve da Morata e calcia di prima intenzione da posizione favorevole ma non trova lo specchio della porta. Alla mezz’ora è la Fiorentina a rendersi pericolosa con una conclusione di Saponara che termina alta sopra la traversa.

Ad inizio ripresa Alvaro Morata si mette in luce con una bella giocata personale e con una conclusione velenosa che termina sul fondo. Al 73′ possibile momento di svolta della partita con la seconda ammonizione e il cartellino rosso per Milenkovic che entra in ritardo su Chiesa meritandosi la seconda ammonizione. I bianconeri, in superiorità numerica, provano ad alzare i ritmi. Al 75′ conclusione di controbalzo di Chiesa con il pallone che si stampa sulla traversa. La Viola resiste fino al91′, quando Cuadrado trova il gol del vantaggio per i bianconeri. Il colombiano entra in area, salta un avversario e batte il portiere con una conclusione sul primo palo.

Juan Cuadrado

Cagliari-Atalanta, decide un guizzo di Zapata

Cagliari-Atalanta 1-2

Marcatori: 6′ Pasalic, 27′ J. Pedro, 42′ Zapata

Il Cagliari parte forte ma dopo appena sei minuti è l’Atalanta a trovare il gol del vantaggio con Mario Pasalic che spinge in rete un cross perfetto di Zappacosta. Il Cagliari non perde la rotta, continua a fare la sua partita e agguanta il pari al 27′: lancio di Godin per Joao Pedro che scatta in posizione regolare e batte Musso in uscita. Chiaro il canovaccio della gara. L’Atalanta conduce la partita e il Cagliari riparte con lanci lunghi a scavalcare centrocampo e difesa per approfittare delle praterie che i difensori della Dea lasciano nella propria metà campo. I bergamaschi faticano ad imporre i propri ritmi ma trovano il vantaggio al minuto ventisette con Zapata che riceve il pallone in area di rigore, si gira e dal limite dell’area piccola lascia partire una rasoiata che non lascia scampo al portiere.

Al decimo della ripresa lavoro per il Var. Pallone vagante nell’area del Cagliari, Carboni calcia tra le gambe di Pasalic, colpisce il pallone e la coscia del calciatore dell’Atalanta. Per il giudice di gara è calcio di rigore. La sala Var lo richiama al monitor per valutare l’episodio. Nuova analisi e nuova decisione. Niente rigore. Palla scodellata e si riparte.

Al 75′ splendida giocata personale di Ilicic che riceve e gestisce il pallone in area di rigore defilato sulla destra, si gira in un fazzoletto di campo e calcia con il mancino costringendo il portiere agli straordinari. Sul ribaltamento di fronte Cagliari pericolo con un colpo di tacco di Pavoletti che devia il pallone come può ma non trova lo specchio della porta. Al minuto 83 ci prova ancora Pavoletti questa volta con la specialità della casa, un colpo di testa da distanza ravvicinata che sfiora la traversa e si perde sul fondo. Passano due minuti e nell’altra metà campo è Zapata a farsi vedere con una bella giocata su Godin e con una conclusione sul primo palo neutralizzata dal portiere.

Gian Piero Gasperini Atalanta
Gian Piero Gasperini

Serie A, il primo dei risultati del sabato: Spezia-Torino 1 a 0. La decide Sala con una bella conclusione dal limite

SPEZIA-TORINO 1-0

Marcatori: 58′ Sala

Il sabato si apre con la sfida tra Spezia e Torino, con i granata intenzionati a proseguire lo splendido cammino percorso fino a questo momento. I padroni di casa cercano tre punti tra le mura amiche nella speranza di uscire dal terzetto di coda della classifica.

I primi venti minuti di gara trascorrono di fatto senza particolari emozioni. Lo spettacolo offerto dalle due squadre è comunque apprezzabile nonostante i due soli tiri – uno per parte – verso lo specchio della porta. Poi la prima palla-gol della gara: Praet arriva al cross, Singo apparecchia per Belotti che va alla conclusione con il pallone che si stampa sulla traversa. Alla mezz’ora Spezia in avanti con una bella conclusione dal limite di Gyasi che si spegne sul fondo.

La partita si sblocca al 58′ con lo Spezia che passa in vantaggio con Jacopo Sala che batte il portiere con una bella conclusione dal limite dell’area. Immediata la reazione del Torino con una bella girata da distanza ravvicinata di Sanabria con il pallone che esce di poco dallo specchio della porta e si perde sul fondo.

Nei minuti finali il Torino si riversa in avanti a caccia del gol del pari ma trova di fronte una difesa determinata e ben organizzata. Al 90′ ultima occasione della partita con una conclusione dalla distanza di Ola Aina che non inquadra lo specchio della porta.

Lo Spezia vince una partita complicata e costruisce il successo sulla bella giocata di Sala che trova una bella rete con una giocata individuale che vale tre punti d’oro per i bianconeri.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

calcio news Juventus

ultimo aggiornamento: 06-11-2021


Barcellona, esonerato Koeman. Ecco Xavi

Milan-Inter, Pioli: “Ibra sta bene”. Inzaghi: “Vogliamo vincere”