Serie A, i risultati delle partite di martedì 30 novembre 2021. In campo Atalanta-Venezia, Fiorentina-Sampdoria, Verona-Cagliari e Salernitana-Juventus.

Il turno infrasettimanale della Serie A si apre con 4 partite in programma per la giornata del 30 novembre. Nelle prime partite l’Atalanta batte 4-0 il Venezia. Bene anche la Fiorentina. Bene anche la Juventus (0-2 a Salerno). Reti bianche tra Verona e Cagliari.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Salernitana-Juventus 0-2: i bianconeri ritrovano il successo

Salernitana-Juventus 0-2

Marcatori: 21′ Dybala, 70′ Morata

Salernitana (3-5-2): Belec; Veseli, Gyomber, Gagliolo; Zortea, Coulibaly L., Capezzi (51′ Di Tacchio), Kechrida (51′ Kechrida), Ranieri; Simy (65′ Djuric), Bonazzoli F. All. Colantuono

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, de Ligt, Chiellini, Pellegrini Lu. (68′ Alex Sandro); Kulusevski (90’+4 Soulé), Bentancur, Locatelli M., Bernardeschi (72′ Rabiot); Dybala, Kean (67′ Morata). All. Allegri

Arbitro: Sig. Francesco Forneau di Roma 1

Note: al 90’+5 Dybala (J) calcia alto un rigore. Ammoniti: Gagliolo (S); Locatelli M. (J). Angoli: 4-4. Recupero: 3′ p.t.; 3′ s.t.

Partita divertente all’Arechi ma i due portieri non rischiano praticamente nulla. Il match si sblocca al 21′: triangolo Dybala-Kulusevski e mancino vincente dell’argentino La Juventus trova il raddoppio al 26′, ma l’arbitro annulla tutto per fuorigioco dopo un consulto con il Var. Non succede più nulla fino al duplice fischio.

Nella ripresa la prima chance è per la Salernitana, il palo salva la Juventus su Ranieri. La Juventus chiude i giochi al 70′. Cross di Bernardeschi e tocco vincente di Morata. Nel finale diverse occasioni per Dybala e anche un rigore sbagliato. La Juventus ritrova il successo.

Hellas Verona-Cagliari 0-0: reti bainche al ‘Bentegodi’

Hellas Verona-Cagliari 0-0

Hellas Verona (3-4-2-1): Montipò; Dawidowicz, Gunter, Ceccherini (46′ Casale); Faraoni, Ilic (78′ Tameze), Miguel Veloso (79′ Bessa), Lazovic; Barak, Caprari; Simeone (78′ Lasagna). All. Tudor

Cagliari (4-4-2): Radunovic; Caceres, Ceppitelli, Carboni, Lykogiannis (86′ Zappa G.); Bellanova, Grassi (82′ Strootman), Nandez, Dalbert (74′ Marin); Joao Pedro, Keita B. (74′ Pavoletti) All. Mazzarri

Arbitro: Sig. Matteo Marcenaro di Genova

Note: Ammoniti: Simeone, Lazovic, Tudor (V); Keita B., Caceres (C). Angoli: 11-1 per il Verona. Recupero: 0′ p.t.; 4′ s.t.

Prima chance per il Verona, Caprari da buona posizione non inquadra la porta. Reagisce il Cagliari con Nandez, attento Montipò. Non succede praticamente nulla fino al duplice fischio.

Nella ripresa la prima occasione per Simeone, ma il Cholito calcia troppo debolmente. Poco dopo il portiere del Cagliari si supera su Barak. Spinge la squadra di Tudor, il palo salva il Cagliari sulla conclusione di Dawidowicz. Succede ben poco nel finale se non una conclusione di Lasagna che termina a lato. Un punto che non soddisfa entrambe le compagini.

Atalanta-Venezia 4-0: poker della ‘Dea’

Atalanta-Venezia 4-0

Marcatori: 7′ Pasalic, 12′ Pasalic, 56′ Koopmeiner, 67′ Pasalic

Atalanta (3-4-2-1): Musso; Djimsiti (90′ Toloi)), Demiral (76′ Scalvini), Palomino; Hateboer, Koopmeiners, Pessina (63′ de Roon), Pezzella Giu.; Pasalic, Ilicic (77′ Miranchuk); Muriel (77′ Piccoli). All. Gasperini

Venezia (4-3-3): Romero; Mazzocchi (46′ Crngoj), Caldara, Ceccaroni, Haps (72′ Schnegg); Ampadu, Tessmann, Busio (59′ Peretz); Kiyine (58′ Aramu), Henry, Johnsen (71′ Svoboda). All. Zanetti P.

Arbitro: Sig. Alberto Santoro di Teramo

Note: Ammoniti: Ampadu (V). Angoli. 4-2 per l’Atalanta. Recupero: 0′ p.t.; 0′ s.t.

Pronti, partenza, via e l’Atalanta passa in vantaggio con Mario Pasalic che porta in avanti la Dea dopo appena sette minuti. Assist di Ilicic e conclusione ravvicinata di Pasalic. I bergamaschi spingono con il piede sull’acceleratore e al 12′ trovano il gol del raddoppio ancora con Pasalic, in un momento di forma straordinario.

Nella ripresa l’Atalanta chiude subito il match. Pezzella trova Koopmeiner, per il centrocampista mancino vincente e primo gol in Serie A. Ancora la squadra di Gasperini pericolosa, la conclusione di Muriel si stampa sul palo. Dilaga la squadra di casa. Muriel inventa e Pasalic realizza la sua tripletta. Non succede più nulla fino al triplice fischio, l’Atalanta consolida il quarto posto.

Gian Piero Gasperini Atalanta
Gian Piero Gasperini

Fiorentina-Sampdoria 3-1: bene la Viola

Fiorentina-Sampdoria 3-1

Marcatori: 15′ Gabbiadini (S), 23′ Callejon (F), 32′ Vlahovic (F), 45′ Sottil (F)

Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Venuti, Martinez Quarta, Igor, Biraghi; Bonaventura, Torreira, Duncan (78′ Maleh); Callejon (89′ Di Stefano), Vlahovic (90′ Kokorin), Sottil (69′ Saponara). All. Italiano

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski (72′ Dragusin), Ferrari A. (84′ Chabot), Colley O., Murru (54′ Augello); Candreva, Thorsby, Adrien Silva, Verre (55′ Ciervo); Gabbiadini, Caputo (55′ Quagliarella). All. D’Aversa

Arbitro: Sig. Federico Dionisi de L’Aquila

Note: Ammoniti: Gabbiadini, Colley O., Ferrari A. (S)

Ci mette quindici minuti la Sampdoria per passare in avanti con un gol di Manolo Gabbiadini che di testa gira in rete un bel cross di Antonio Candreva. La Fiorentina reagisce da grande squadra e trova il gol del pareggio al 23′ con Callejon. Passano appena otto minuti e la Viola ribalta il risultato con Vlahovic che porta la Fiorentina in vantaggio. Alla fine del primo tempo la Fiorentina chiude virtualmente i conti con Sottil che allunga le distanze e chiude il primo tempo sul risultato di 3 a 1 per la Fiorentina.

Partita molto divertente anche al ‘Franchi’. Nella ripresa subito Gabbiadini pericoloso, attento Terracciano. Sul capovolgimento di fronte Sottil davanti ad Audero non inquadra la porta. L’ultima chance è per la Sampdoria, attento Terracciano. Al triplice fischio esulta la Fiorentina.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news Juventus

ultimo aggiornamento: 30-11-2021


Calcio femminile, Qual. Mondiali 2023: l’Italia batte 5-0 la Romania e ritrova il successo

Chi è Greta Beccaglia