Terza giornata di Serie A 2021/22 pronta a cominciare! Empoli-Venezia è il primo anticipo valido per la salvezza poi i big match tra Napoli-Juventus e Atalanta-Fiorentina

Nuova giornata di Serie A 2021/22 dopo la pausa nazionale! Il programma e i risultati di sabato 11 settembre 2021 del massimo campionato italiano. Al via gli anticipi con la sfida delle 15 tra Empoli e Venezia, a seguire il big match di giornata dello Stadio Maradona tra Napoli e Juventus e poi a seguire Atalanta-Fiorentina.

Serie A, i risultati di sabato 11 settembre

Di seguito i risultati di Serie A di sabato 11 settembre 2021, sfide valide per la terza giornata di campionato.

Empoli-Venezia 1-2

Napoli-Juventus 2-1

Atalanta-Fiorentina 1-2

Atalanta-Fiorentina 1-2, Gasperini perde contro calcio veloce di Italiano

Dusan Vlahovic fa volare la Viola! L’attaccante serbo ha segnato su rigore il gol che ha permesso di sbloccare la gara dopo il gol annullato di testa al bergamasco Djimsiti nel primo tempo, dando continuità poi alla ripresa siglando un altro gol su calcio di rigore. Il serbo dunque ha creato un gap importante per la Fiorentina che sale a 6 punti e quindi a ridosso della zona europea in attesa delle contendenti. La squadra di Italiano non si fa spaventare dal rigore di Duvan Zapata che non permette alla Dea di tentare la rimonta e dunque di pensare in maniera meno positiva per la Champions League che si giocherà nel turno infrasettimanale. La squadra di Gasperini al momento sprofonda al 10° posto: risalirà la china come nelle ultime stagioni?

Tabellino Atalanta-Fiorentina

ATALANTA (3-4-2-1): Sportiello; Toloi, Palomino, Djimsiti; Zappacosta, Pasalic (85’ Ilicic), Freuler, Maehle (50’ Gosens); Pessina (86’ Koopmeiners); Miranchuk (50’ Malinovskyi), Zapata (85’ Piccoli). All. Gasperini.

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Venuti (25’ Odriozola), Milenkovic, Igor, Biraghi; Bonaventura, Torreira (66’ Amrabat), Duncan (76’ Castrovilli); Callejon (76’ Gonzalez), Vlahovic, Sottil (66’ Saponara). All. Italiano.

Arbitro: Valerio Marini

Gol: 33’ rig., 49’ rig. Vlahovic (F), 65’ rig. Zapata (A)

Ammoniti: Maehle (A), Bonaventura (F), Igor (F), Gosens (A), Odriozola (F), Freuler (A), Palomino (A)

Napoli-Juventus 2-1, big match di lusso allo Stadio Maradona

La Juventus perde ancora! Il big match contro il Napoli non migliora la situazione in classifica dei bianconeri che dopo tre giornate si ritrovano ancora fermi a 1 punto. La Vecchia Signora si fa rimontare contro gli Azzurri dopo il vantaggio trovato da Alvaro Morata su errore di Kostas Manolas. I bianconeri però poi hanno smesso di giocare, consegnandosi all’avversario che ha dominato in lungo e in largo e concluso la vittoria grazie alle reti di Matteo Politano su tiro a giro di Lorenzo Insigne e il tap-in vincente di Kalidou Koulibaly che si prende la rivincita dopo l’autogol di due anni fa in due chance dove Szczesny è stato triste protagonista. Gli Azzurri, in attesa del debutto in Europa League contro il Leicester City, volano in vetta con 9 punti e fanno impazzire lo Stadio Maradona.

Tabellino Napoli-Juventus

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mário Rui (dal 90′ Mario Rui); Fabián Ruiz, Zambo Anguissa, Elmas (dal 46′ Ounas); Politano (dal 72′ Lozano), Osimhen (dal 90′ Petagna), Insigne (dal 74′ Zielinski). All. Luciano Spalletti

Juventus (4-4-2): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Luca Pellegrini (dal 57′ de Ligt); McKennie, Locatelli, Rabiot, Bernardeschi; Morata (dal 82′ Kean), Kulusevski. All. Massimiliano Allegri

Arbitro: Irrati

Gol: 10′ Morata (J), 57′ Politano (N), 85′ Koulibaly (N)

Assist: 

Ammoniti: Elmas, Locatelli, Lozano

Empoli-Venezia 1-2: i lagunari vincono la sfida valida per la salvezza al Castellani

Vincono i veneti di Zanetti grazie alle reti di Henry (bell’assist di Aramu) e Okereke (progressione pazzesca palla al piede) per i primi 3 punti stagionali che gli permettono di staccarsi dalla zona retrocessione. Male l’Empoli, salvato nel finale dal rigore di Bajrami, ma veramente troppo discontinuo e impreciso. Tre punti fondamentali e meritati per la squadra lagunare dopo il ritiro che permette di compattare il club lagunare dopo le prime due sconfitte stagionali, brutto ko in uno scontro diretto per Andreazzoli e i suoi ragazzi che restano a tre punti. Una gara giocata alla perfezione, soprattutto all’inizio con una prima parte di gara a razzo per i veneti che tornano al gol in Serie A dopo 19 anni dall’ultima rete di Filippo Maniero.

Tabellino Empoli-Venezia

Empoli (4-3-1-2): Vicario; Stojanovic (Dal 83′ Henderson), Luperto, Ismajli (Dal 46′ Tonelli), Marchizza; Haas, Ricci (Dal 62′ Stulac), Bandinelli (Dal 46′ Di Francesco), Bajrami; Cutrone, Mancuso (Dal 62′ Pinamonti). Allenatore Andreazzoli

Venezia (4-3-3): Lezzerini (Dal 46′ Maenpaa); Mazzocchi, Ceccaroni, Caldara, Schnegg (Dal 46′ Molinaro); Fiordilino (Dal 54′ Crnigoj), Vacca (Dal 68′ Okereke), Busio; Aramu (Dal 33′ Heymans), Henry, Johnsen. Allenatore Zanetti

Arbitro: Rapuano

Gol: 13′ Henry (V), 68′ Okereke (V), 89′ rig. Bajrami (E)

Assist: Aramu

Ammoniti: Ismajli, Aramu, Lezzerini, Haas, Johnsen, Heymans, Maenpaa


Dubbi sui dati di ascolto forniti da DAZN, l’Agcom apre un’istruttoria

Napoli-Juve, scintille tra Allegri e Spalletti: “Ti devi vergognare”