La sparatoria è avvenuta in uno dei locali dell’Università di Heidelberg, in Germania. Morto l’aggressore.

È di “molti feriti” il primo bilancio della sparatoria avvenuta all’Università di Heidelberg, in Germania. Secondo quanto riferito dai media locali, l’aggressore è morto dopo aver aperto il fuoco e colpito diverse persone.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Germania, sparatoria all’Università di Heidelberg

La polizia locale ha comunicato che l’uomo ha aperto il fuoco nel campus universitario di Heidelberg. Il primo bilancio conta diversi feriti. L’aggressore, secondo le prime ricostruzioni dei media, ha fatto irruzione in uno dei locali dell’Università e ha aperto il fuoco con un fucile mitragliatore.

Pronto soccorso
Pronto soccorso

La ricostruzione

Secondo la ricostruzione della Bild, dopo aver aperto il fuoco, l’aggressore si è tolto la vita, forse con la stessa arma usata nell’attacco. Al momento non è noto il movente dell’attacco ma non sembrerebbero esserci legami con il terrorismo.

L’intervento delle forze di polizia

Immediato l’intervento delle forze di polizia che hanno isolato e messo in sicurezza l’area della sparatoria. L’aggressore, secondo la ricostruzione fornita dai media locali, si è tolto la vita con la stessa arma utilizzata nell’attacco.

Il bilancio

Nel primo bilancio fornito dai media si parla di molte persone ferite. Non sono specificate però le condizioni effettive dei feriti. Alcuni sono stati soccorsi sul posto, altri sarebbero stati trasferiti in ospedale. AL pomeriggio del 24 gennaio il bilancio conta un morto e tre feriti.

Le indagini

Indagini in corso sul movente che ha spinto l’aggressore ad aprire il fuoco contro le persone. Non sembra che l’uomo avesse un bersaglio preciso ma non sembrano esserci legami con il terrorismo. Si scava nella vita dell’aggressore alla ricerca di un movente.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 24-01-2022


Assolta l’infermiera di Piombino. Era accusata di dieci decessi considerati anomali

E’ morto Renato Cecchetto, aveva 70 anni