Una ex assistente di Andrew Cuomo, Charlotte Bennett, ha dichiarato che il Governatore di New York l’avrebbe molestata, alludendo alla possibilità di avere rapporti sessuali con ventenni.

NEW YORK – Altri guai per Andrew Cuomo. Il Governatore di New York, oltre alle accuse circa la gestione della pandemia (il suo ufficio avrebbe rivelato dati falsi sulle case di riposo), deve ora fronteggiare accuse di molestie sessuali.

Cuomo accusato di molestie sessuali

A puntare il dito contro il popolare politico democratico è Charlotte Bennett. Come racconta il New York Times, la venticinquenne ha riferito che nell’incontro avvenuto lo scorso 5 giugno, nel suo ufficio di Albany, Cuomo le abbia più volte detto di essere aperto a relazioni sessuali con donne ventenni, facendo quindi chiare allusioni. “Ho capito che il governatore voleva portarmi a letto, e mi sono sentita terribilmente a disagio e spaventata. E mi chiedevo come avrei fatto a uscirne e ho pensato che fosse la fine del mio lavoro“.

https://www.youtube.com/watch?v=GkHpkvimLKs&ab_channel=CBSNews

Il Governatore nega

Non ho mai fatto avances nei confronti della signora Bennett né ho mai inteso agire in alcun modo che fosse inappropriato”, ha replicato il governatore di New York.

Un’altra accusatrice

Un’altra ex assistente del Governatore democratico, Lindsey Boylan, già vice segretario per lo sviluppo economico e consigliere speciale del governatore, ha recentemente accusato Cuomo di averla sottoposta a un bacio indesiderato e a commenti inappropriati. Anche in questo caso Cuomo ha negato le accuse.


Usa, via libera al vaccino Johnson and Johnson. Perché può essere una svolta

Tragedia nel Casertano, elicottero si schianta durante un atterraggio di emergenza