Chi si sposta spesso ha a disposizione un ottimo strumento per viaggiare sicuri, messo a disposizione dal Ministero degli Interni

Quando si decide di intraprendere un viaggio alla scoperta di nuove destinazioni è sempre opportuno informarsi preventivamente sulla meta che si è deciso di raggiungere. Il presupposto fondamentale per poter viaggiare sicuri è la certezza che la meta scelta sia non solo adeguata alle proprie esigenze ed ai propri gusti ma anche ottimale in termini di sicurezza.

Come valutare facilmente la sicurezza della nostra meta

Valutare la sicurezza di un luogo significa soffermarsi su vari aspetti, considerando il fattore rischio. Al vertice del fattore rischio troviamo il rischio sanitario ovvero la presenza nel luogo prescelto di particolari condizioni collegate ad una malattia facilmente trasmissibile. Al vertice degli elementi a cui prestare particolare attenzione vi è dunque la situazione sanitaria. Per la valutazione della destinazione si può visitare il sito della Farnesina viaggiaresicuri.it, uno strumento che torna utile a chi deve organizzare una vacanza all’estero.

Mettersi al sicuro dagli imprevisti

A riguardo un viaggiatore potrebbe contemplare l’idea di stipulare un’assicurazione che possa coprire eventuali spese mediche e, in caso di emergenza, anche il rimpatrio oppure il trasferimento in un altro paese.

Alcune compagnie, per esempio, mettono a disposizione anche una assicurazione del tipo All-risk, che tutela e rimborsa anche l’annullamento del viaggio per i casi più imprevisti, per esempio anche per atti terroristici. Bene è ricordare, inoltre, di prendere tutte le dovute precauzioni prima di intraprendere il viaggio effettuando visite mediche e, se necessario, facendo anche i vaccini.

App per viaggiare
Fonte foto copertina: pexels.com/photo/backpack-bag-blur-commuter-346768/

Tutte le precauzioni per i viaggi

Ancora è importante che un turista trovi una sistemazione adeguata. L’adeguatezza della sistemazione diviene fondamentale soprattutto nei paesi che presentano particolari profili di rischio, dove è necessario che un viaggiatore si affidi a delle strutture capaci di dargli effettive garanzie di affidabilità. Soprattutto se non ci si rivolge ad una agenzia di viaggio e si prenota il proprio viaggio in autonomia è fondamentale guardarsi bene dalle strutture poco sicure, soprattutto se collocate in zone ad alto rischio o ad alto tasso di criminalità. Il tasso di criminalità è un elemento tanto rilevante da richiedere, per poter viaggiare sicuri, di essere valutato scrupolosamente.

Le situazioni di emergenza, da contrastare se si presentano improvvisamente, possono in alcuni casi essere anche prevenute. Prima di intraprendere il proprio viaggio, infatti, prendere tutte le precauzioni necessarie, informandosi, se possibile, anche attraverso i canali ufficiali. Affinché si possa partire sicuri bisogna prestare attenzione al rischio meteo ed ai rischi sismici e vulcanici. Molte nazioni mettono a disposizione informazioni per i viaggiatori che possono essere facilmente essere reperite attraverso il sito Viaggiare Sicuri della Farnesina, oppure attraverso i principali siti turistici.

Viaggiare sicuri
Fonte foto copertina: pixabay.com/it/photos/adulto-asia-asiatici-bangkok-bella-2693054/

La precauzione non è mai troppa

Una volta giunti nel paese di destinazione bisogna avere determinate accortezze. Prima di tutto ci si deve assicurare un servizio di trasporto adeguato verso il proprio alloggio, cercando di diffidare da persone che offrono dei passaggi a buon mercato ed optando per i mezzi pubblici oppure i servizi taxi autorizzati. Durante il soggiorno cercare di spostarsi in compagnia di persone che si conoscono è un’ottima scelta per cercare di evitare gli imprevisti.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/photos/viaggio-lago-piedi-riposo-1749508/

Coronavirus, online la nuova autocertificazione


Viaggi avventura nel mondo delle emozioni: vacanza indimenticabile