Non sono a rischio gli Europei per Daisy Osakue

Non sono a rischio gli Europei di atletica per l’atleta italiana Daisy Osakue, aggredita a Torino e ferita con un uovo lanciato da una macchina in corsa.

TORINO – Un nuovo fenomeno di aggressione a probabile sfondo razzista ha scosso l’Italia. Questa volta l’episodio di violenza è avvenuto a Moncalieri, dove Daisy Osakue, primatista italiana di lancio del disco tra gli under 23, è stata colpita al volto da un uovo lanciato da una macchina in corsa.

Dopo il vertice con Donald Trump, anche il premier Giuseppe Conte ha contattato telefonicamente la ragazza per esprimerle il proprio dispiacere: “Ho avuto una comunicazione telefonica con Daisy: le ho espresso la solidarietà mia e del governo. Un gesto inqualificabile, le ho augurato di poter riprendere subito la sua disciplina, spero tante medaglie alle Olimpiadi. Lei stessa mi ha detto che non ci sarebbe matrice razzista“, ha dichiarato Conte come riportato dall’AnsaEppure la ragazza nelle ore precedenti aveva detto di credere fortemente nella matrice razziale del gesto.

Daisy Osakue
Fonte foto: https://www.facebook.com/studiareperfermareilgrillinoeilpopulista/

Daisy Osakue, gli Europei non sono a rischio

Daisy, nata a Torino da genitori nigeriani, è una delle atlete di punta della nazionale italiana di atletica. Colpita all’occhio, Daisy Osakue ha riportato una lesione alla cornea e si sta valutando la possibilità di un intervento chirurgico per rimuovere un frammento del guscio dell’uovo. Gli inquirenti indagheranno per capire se alla base del gesto ci sia la discriminazione razziale o se si sia semplicemente trattato di un atto vandalico senza moventi politici.

Per fortuna è soltanto una abrasione. Qualche giorno di riposo, qualche goccia e dovrei star bene“, ha fatto sapere la ragazza a poche ore dall’aggressione. “L’hanno fatto apposta. Non volevano colpire me come Daisy, volevano colpire me come ragazza di colore – prosegue Daisy come riportato dall’AnsaMi era già capitato di essere vittima di episodi di razzismo, ma solo verbali. Quando però si passa all’azione, significa che si è superato un altro muro“.

La politica punta il dito contro Matteo Salvini

Molti esponenti della politica italiana continua a puntare il dito contro Matteo Salvini, ritenuto indirettamente responsabile di questa ondata di violenza che sta attraversando tutta la penisola italiana, dove si sommano i casi di stranieri aggrediti, uccisi o feriti. Non sono poche le persone che ritengono che questi gesti siano in qualche modo giustificati dalle parole del ministro dell’Interno, che solo pochi giorni fa si era rivolto al popolo di Twitter con un post in cui rievocava un motto fascista.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 31-07-2018

Nicolò Olia

X