Roma, giornalista RAI aggredita in una ex fabbrica

La giornalista RAI Roberta Spinelli è stata aggredita in una ex fabbrica a San Basilio, quartiere di Roma.

ROMA – C’è da registrare una nuova aggressione ad una giornalista. A finire nel mirino dei vandali è stata Roberta Spinelli, inviata di Storie Italiane. La donna era in collegamento con Eleonora Daniele da una ex fabbrica abbandonata nel quartiere San Basilio a Roma. All’improvviso è stata colpita da una bottiglia, lanciata molto probabilmente da alcuni spacciatori che si erano nascosti.

Stiamo parlando di una struttura molto grande, abbandonata a sé stessa. L’edificio è spesso rifugio per diverse persone che spacciano e non solo. In passato il vicepremier ha promesso di sgomberare tutta la fabbrica, un’operazione che potrebbe avvenire nelle prossime settimane.

Polizia
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/poliziadistato.it

Aggredita giornalista RAI a Roma: spintoni, calci e lanci di oggetti

Un servizio non tranquillo per la giornalista Roberta Spinelli. Dopo essere stata colpita da una bottiglia, la giornalista è stata spintonata e strattonata. L’inviata è scappata con la sua troupe come testimoniato dalle immagini anche se l’obiettivo della telecamera molte volte è stato oscurato dagli aggressori.

Tanta paura e tensione in studio, visto che in alcune occasioni il collegamento è saltato. Alla fine è andato tutto bene. La giornalista non ha riportato particolari danni e non c’è stato bisogno dell‘intervento medico. Non è la prima volta che un’inviata viene aggredita da uno o più teppisti. Solitamente questi servizi vengono concordati con i carabinieri che dovrebbero sorvegliare sull’incolumità della persona. Questa volta il rischio è stato alto ma per fortuna c’è stata solamente tanta paura.

Di seguito il video con l’aggressione alla giornalista RAI di Storie Italiane

fonte foto copertina https://twitter.com/tempoweb

ultimo aggiornamento: 07-11-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X